MAFIE. FOGGIA, VEDOVE LUCIANI: STATO DIVENTI PARTE INTEGRANTE TERRITORIO.

“EDUCHIAMO I NOSTRI FIGLI SENZA PORTARLI VERSO L’ODIO” (DIRE) Foggia, 10 gen. “È molto importante essere qui. È molto importante che ci sia tanta gente perche’ dobbiamo avere finalmente la forza e il coraggio di riprenderci questo territorio, riprenderci casa nostra”. Lo ha detto Arcangela Luciani che con la cognata Marianna apre il corteo di manifestazione organizzata a Foggia da Libera. I loro mariti, Aurelio e Luigi furono ammazzati il nove agosto 2017 insieme al boss Mario Luciano Romito e suo cognato Matteo De Palma. I due furono trucidati per errore. “La mafia fa tanta paura ma bisogna andare avanti non bisogna abbassare la testa perche’ altrimenti a questa paura se ne aggiungeranno delle altre – ha aggiunto -. Mi auguro che da oggi lo Stato diventi parte integrante di questo territorio”. “È fondamentale la nostra testimonianza per avere un futuro migliore per tutti noi”, le ha fatto eco Marianna, e per educare “i miei figli senza portarli verso l’odio altrimenti saremmo come loro”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 70