(LZ) SANITÀ. FROSINONE, UGL: ARIA IRRESPIRABILE IN SEMINTERRATO OSPEDALE.

“E’ inaccettabile quanto sta accadendo nel complesso sanitario di via Armando Fabi a Frosinone, dove alcuni lavoratori degli uffici che si trovano nel seminterrato sono costretti a portare fuori le scrivanie a causa dell’aria resa irrespirabile da escrementi di gatti e topi, carcasse di animali morti e liquame fuoriuscito dalle fogne allagate. Non solo e’ inaccettabile che una cosa del genere avvenga in una struttura dove si svolgono attivita’ sanitarie e, quindi, dove dovrebbe prevalere l’igiene, ma il continuo rimpallo di responsabilita’ tra gli uffici a cui abbiamo fatto richiesta di intervento e’ una mancanza di rispetto per il lavoro in se’ e per i lavoratori che sono costretti a frequentare quegli ambienti malsani per svolgere la propria attivita’. Sono stati interpellati, purtroppo senza risultato, la direzione sanitaria, l’ufficio prevenzione e protezione per la valutazione del rischio, l’ufficio igiene. Per ciascuno, la responsabilita’ e’ di qualcun altro e intanto la salute dei lavoratori delle ditte di pulizia e di manutenzione che hanno gli uffici in quel seminterrato e’ a rischio”. Cosi’ in un comunicato il segretario provinciale Ugl Sanita’ di Frosinone, Rosa Roccatani, che da mesi chiede la sanificazione dei locali del complesso ospedaliero.

Agenzia DIRE  www.dire.it

 

Potrebbero interessarti anche...