(LZ) LAVORO. ABBRUZZESE: SERVONO POLITICHE ATTIVE E NON ANNUNCI.

(DIRE) Roma, 20 gen. – “E” passato qualche mese dall”inizio del nuovo anno, ma le notizie riguardo la situazione economica in Italia e nel Lazio non sono confortanti. La crisi morde ancora e si faticano a mantenere i livelli occupazionali, addirittura, l”Inps, attraverso l”Osservatori sul Precariato ci dice che sono in calo del 32,5 % rispetto al 2015 i contratti a tempo indeterminato. Servono politiche attive rivolte alla riattivazione dei processi di sviluppo, ma non arrivano ne dal governo e ne dalla Regione”. Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, consigliere regionale del Lazio e Presidente della Commissione speciale Riforme Istituzionali. “Molti dati- spiega Abbruzzese- ci hanno fatto capire che, compresi quelli dell”Istat sulle condizione di vita delle famiglie, Zingaretti e la sua maggioranza abbiano completamente fallito in questi anni, sia in ordine alla creazione di reddito per le famiglie, sia in ordine alle politiche del lavoro e sia in ordine alla inclusione sociale. Quasi un terzo della popolazione residente nel Lazio e” a rischio poverta” e cio” dovrebbe indurre a delle serie e profonde riflessioni. Ancor piu” evidente e” la circostanza che gli slogan e gli annunci, tanto cari a Zingaretti ormai non incantano piu” nessuno e tantomeno i cittadini del Lazio, mentre di contro servirebbero, strategie, programmi, iniziative di sviluppo e di incremento dell”occupazione. Iniziative totalmente sconosciute a questa maggioranza di Governo regionale”.

“I cittadini, comunque hanno bocciato ancora una volta Zingaretti- dice ancora Abbruzzese- il governatore non va oltre i 14 posto nella speciale classifica “Governance Poll” stilata da ”Il Sole 24 Ore” sul gradimento dei presidenti delle Regioni. Se Luca Zaia, Roberto Maroni e Giovanni Toti aumentano la percentuale di consenso tra i cittadini il governatore della Regione Lazio perde cinque punti dal giorno della sua elezione. Sicuramente sul giudizio pesano i fallimenti di Zingaretti principalmente su sanita” e trasporti e sulla inconsistenza delle politiche attive sul lavoro che grava soprattutto sui giovani e sulle famiglie degli ex lavoratori. Credo che questa ennesima bocciatura sia la cartina tornasole della reale attivita” politcio-amministraiva del centrosinistra del Lazio. Una realta” drammatica, molto differenza da quella pubblicizzata sui social e sui giornali”. Ha concluso Abbruzzese.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Potrebbero interessarti anche...