Lesbo brucia, in fiamme il più grande campo profughi d’Europa.

Il campo di Moria, pieno quattro volte oltre la sua capienza, era in isolamento dopo la positività di 35 migranti al Covid19.

Nella notte si sono sprigionate le fiamme in più punti del campo profughi di Moria, sull’isola di Lesbo. Accoglie quasi tredicimila richiedenti asilo, quattro volte la sua capienza.

Al momento non si hanno notizie di persone ferite, è in corso l’evacuazione della struttura.

Il campo si trovava in isolamento per arginare la diffusione del Covid19, misura cui era stato sottoposto dopo la positività di 35 migranti.

Agenzia DiRE  www.dire.it

Visite: 334