Le idee di Alatri Comunità per rilanciare il commercio.

Il mondo delle piccole e medie imprese, del commercio, dell’artigianato, del turismo, dell’agricoltura, già investito dalla crisi prima dell’emergenza sanitaria, rischia oggi di essere travolto dal lungo periodo di chiusure e restrizioni dovute al Covid-19.
“Il pericolo è ancora più concreto in una città come Alatri, fiaccata da dieci anni di pessima amministrazione sotto questo punto di vista”, afferma Maurizio Cianfrocca, candidato sindaco per la coalizione di centrodestra.
L’aspirante primo cittadino entra ancora più nel dettaglio: “Inseriremo nel programma interventi per il supporto e il rilancio dell’economia locale. Iniziative che possano, nel breve periodo, ridare ossigeno alle realtà produttive del nostro paese, partendo dal presupposto che queste attività svolgono una funzione fondamentale nel nostro tessuto sociale, non soltanto a livello economico ma anche sociale”.
Il tema è stato sviluppato da Alatri Comunità, la lista creata personalmente da Cianfrocca. All’interno del gruppo si sono attivate diverse persone con l’obiettivo di predisporre una strategia ben delineata, accompagnandola con risorse e progettualità. Tutto questo per contrastare il processo di desertificazione commerciale e supportare l’economia urbana.
Ad illustrare le idee Valentina Celani, componente del gruppo che sostiene Cianfrocca: “Il primo passo – spiega – consisterà nell’organizzare incontri con gli operatori del settore per ascoltare le loro istanze ed iniziare a dare delle risposte attraverso il nostro programma. Questi meeting saranno occasione di dialogo e confronto per far emergere le criticità e cominciare a cercare soluzioni che agevolino la ripartenza del settore”.
Oltre all’ascolto, però, Alatri Comunità ha già in mente delle iniziative concrete: “Bisognerà prevedere l’estensione della concessione a titolo gratuito del suolo pubblico anche nei prossimi anni e per un periodo di tempo più esteso – spiega Maurizio Cianfrocca –, ampliando le aree dove poter installare dehors e tavolini”.
Questa però sarà solamente una delle iniziative di collaborazione fra pubblico e privato, come evidenziato nello specifico da Valentina Celani: “Lavoreremo allo sviluppo di piattaforme digitali attraverso le quali i cittadini possano conoscere offerte e servizi delle attività del territorio. Agli imprenditori, inoltre, dovrà essere fornito un servizio di aiuto nella ricerca di finanziamenti, specialmente quelli europei. Infine stiamo pensando a delle politiche di marketing territoriale, per far sì che il commercio e l’artigianato entrino in pianta stabile nel patrimonio culturale di Alatri”.
Alatri Comunità, insomma, si dimostra già molto attiva con iniziative concrete e idee innovative per rilanciare un settore, quello produttivo, che è in profonda crisi ormai da troppi anni.

(lettori 181 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: