LAZIO. STABILITÀ E BILANCIO, VIA LIBERA DALLA IV COMMISSIONE.

“Sono soddisfatto per il lavoro svolto. Ringrazio tutte le forze politiche che hanno partecipato. Il clima costruttivo, pur nelle contrapposizioni, ha permesso di arrivare rapidamente alla conclusione dei lavori della commissione”. Così Fabio Refrigeri (Pd), presidente della quarta commissione Bilancio, programmazione economico-finanziaria, partecipazioni regionali, federalismo fiscale, demanio e patrimonio, al termine della seduta che ha visto l’approvazione della proposta di legge regionale n. 198, “Legge di stabilità regionale 2020”, e della proposta di legge regionale n. 199, “Bilancio di previsione della Regione Lazio 2020-2022”. Ventuno gli emendamenti dell’opposizione approvati, oltre all’emendamento di Giunta soppressivo dell’articolo 10 della proposta di legge di Stabilità regionale, relativo agli interventi per fronteggiare l’emergenza abitativa. Come ha spiegato l’assessore al Bilancio, Alessandra Sartore, tale articolo non sarà ripresentato in Aula, perché l’intera materia sarà oggetto di un’autonoma proposta di legge regionale. Soddisfazione è stata espressa dalle opposizioni. Via libera anche al subemendamento dell’assessore Sartore che riscrive l’articolo 11 relativo all’istituzione dell’Agenzia regionale Spazio lavoro.

Nel corso della discussione generale, Giancarlo Righini (FdI), ha affrontato il tema dell’uscita dal commissariamento della sanità e del conseguente possibile abbassamento della pressione fiscale. “Anche se si uscisse dal commissariamento – ha detto Righini – per l’assessore D’Amato non sussiste l’abbassamento delle aliquote, perché per l’extra gettito si pensa ad altri servizi, come il trasporto pubblico locale, mentre nel Lazio resta la pressione fiscale più alta in Italia. Noi non siamo d’accordo”. Per Devid Porrello (M5s), il testo della legge di Stabilità si presenta con parti abbastanza bloccate. Comunque, nel corso dei lavori sono stati approvati alcuni emendamenti dei consiglieri del Movimento 5 stelle, come pure dei consiglieri di Fratelli d’Italia e di Sergio Pirozzi (Lista Pirozzi).

La commissione ha dato altresì parere favorevole alla proposta di deliberazione consiliare n. 39 del 10 dicembre 2019, concernente: “Bilancio di previsione finanziario del Consiglio regionale del Lazio 2020-2022”, illustrato nel pomeriggio dal presidente del Consiglio regionale, Mauro Buschini (Pd), il quale ha evidenziato l’ulteriore riduzione dei trasferimenti dalla Giunta al Consiglio, passati dai 57,5 milioni di euro del 2019 ai circa 54 milioni del 2020, e la riduzione complessiva dei costi che c’è stata negli anni. Il totale complessivo delle entrate in termini di competenza ammonta a 73,15 milioni di euro, al pari delle spese, per l’esercizio 2020, e a poco più di 69 milioni di euro per gli esercizi 2021 e 2022. Buschini tra l’altro ha parlato delle iniziative per i cinquanta anni dell’istituzione della Regione Lazio (50 mila euro), di investimenti per il benessere organizzativo (150 mila euro), delle iniziative per contrastare i fenomeni di bullismo, e del processo di ammodernamento dei software del Consiglio che dovrà portare all’abolizione dell’uso della carta, iniziando dall’Aula consiliare.

I tre provvedimenti licenziati oggi dalla commissione Bilancio approderanno nell’Aula giovedì prossimo, il 19 dicembre, per l’esame da parte del Consiglio regionale.

 

Ufficio Stampa

Consiglio regionale del Lazio

Fax +39.06.6593.7950

00163 – Roma – Via della Pisana 1301

News Consiglio Lazio –feed rss

Visite: 134

Potrebbero interessarti anche...