LAZIO. REGIONE: PUBBLICATO NUOVO REGOLAMENTO SU SPETTACOLO DAL VIVO.

ZINGARETTI: ‘FRUTTO CONFRONTO CON OPERATORI SETTORE’; DOMANDE DA 28 AGOSTO A 1 OTTOBRE (DIRE) Roma, 9 ago. – In seguito alle esperienze raccolte nell’ultimo triennio e grazie a un intenso confronto con gli operatori del settore, la Regione Lazio ha approvato il ‘Nuovo regolamento per la determinazione dei criteri per la partecipazione, l’assegnazione, l’erogazione e delle procedure per il monitoraggio e per la rendicontazione in materia di contributi allo spettacolo dal vivo’ con la delibera di Giunta regionale 384/2018 del 17 luglio, disponibile sul Bollettino ufficiale e sul sito istituzionale della Regione Lazio. “Il nuovo regolamento regionale per lo spettacolo dal vivo e’ frutto della collaborazione concreta tra la nostra Amministrazione e gli operatori del settore- dichiara il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti- Dopo esserci confrontati sulle difficolta’ di chi lavora nel mondo dello spettacolo dal vivo, sono emersi importanti cambiamenti che faciliteranno il lavoro degli operatori migliorando le tempistiche per l’invio delle domande di finanziamento e i processi di valutazione e verifica delle proposte progettuali, che torneranno in capo alla direzione Cultura della Regione”.

Nel dettaglio: – COSA CAMBIA – – TEMPI: per le attivita’ da realizzare nel 2019 le domande andranno presentate dal 28 agosto al 1 ottobre 2018 (e non piu’ entro il 30 giugno) facilitando cosi’ il lavoro degli operatori. Dopo l’approvazione del Bilancio Regionale per le annualita’ 2019/21 e l’approvazione del Programma operativo annuale degli interventi (art. 14 L.R. 15/2014) tra febbraio e marzo 2019, le graduatorie e l’assegnazione dei contributi saranno ufficializzate tra marzo e aprile 2019; – ABOLIZIONE DEL VALORE PUNTO: le risorse disponibili saranno assegnate fino ad esaurimento seguendo l’ordine di graduatoria e non piu’ suddividendole per il totale dei punti attribuiti all’interno della tipologia d’intervento; – TETTO MASSIMO DI FINANZIAMENTO: 30.000 euro (ad eccezione dei centri di produzione per i quali il tetto e’ di 50.000 euro) a copertura delle spese fino all’80% del totale ed a pareggio di bilancio; – GESTIONE ISTRUTTORIA E VERIFICA RENDICONTI: torna in capo alla direzione Cultura della Regione Lazio.

E ancora: – COSA RIMANE INVARIATO – – TIPOLOGIE DI FINANZIAMENTO: le attivita’ finanziabili comprendono 11 tipologie di intervento suddivise in 4 settori: attivita’ di produzione; festival e rassegne di spettacolo dal vivo; sostegno allo spettacolo dal vivo mediante sviluppo di circuiti regionali, ensemble musicali ed orchestre; formazione, educazione e partecipazione del pubblico; – PIATTAFORMA GECOWEB per la raccolta delle adesioni: ciascun soggetto potra’ presentare un’unica domanda indicando per quale intervento si chiede il contributo. Per i progetti presentati in forma associata, il contributo dovra’ essere richiesto dal soggetto capofila; – COMMISSIONI: le domande ammissibili saranno valutate da Commissioni suddivise per ciascun gruppo di Paragrafi del nuovo regolamento. Le Commissioni saranno nominate con Decreto del Presidente della Regione e sono composte da 5 membri: 2 interni indicati dalla Direzione regionale competente e 3 esterni, di comprovata esperienza e competenza su proposta dell’assessore competente.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Potrebbero interessarti anche...