Lavoro. Vincenzo Abbrescia, UGL Rider: “Necessario Albo a tutela di chi svolge lavoro in piattaforma digitale”.

“Concluso oggi il primo tavolo ministeriale dell’Osservatorio per la
tutela del lavoro tramite piattaforme digitali. Secondo i dati
consegnati – precisa Vincenzo Abbrescia, Segretario Nazionale UGL Rider
– è emerso che il lavoro in piattaforma digitale oggi, in Italia,
impegna oltre 200mila lavoratori e solo 30mila (quindi solo il 15%) in
ambito del food delivery. Un errore pertanto polarizzare la discussione
e l’interesse mediatico solo sulle piattaforme del food considerato che
in Italia ci sono numerosissimi soggetti che sfuggono a forme di
controllo e censimento. E’ necessario, pertanto, istituire subito un
Albo per i soggetti che intendono svolgere lavoro in piattaforma
digitale in Italia. Solo la regolamentazione consegna e salvaguarda le
tutele” conclude Vincenzo Abbrescia, presente al primo tavolo
ministeriale dell’Osservatorio per la tutela del lavoro tramite
piattaforme digitali, istituito presso il ministero del Lavoro e delle
Politiche sociali.
(lettori 178 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: