LAVORO. SPERANZA: TRE MORTI AL GIORNO NON È DA PAESE CIVILE.

“COSTRUIREMO IN TEMPI DECENTI PROPOSTA ORGANICA SU TEMA” (DIRE) Roma, 15 ott. – “C’e’ tantissimo da fare, e’ una priorita’ assoluta del governo. Non e’ un caso che la prima riunione che abbiamo voluto fare io e il ministro del Lavoro, insieme alle parti sociali, sia stato proprio su questo tema. Un Paese civile non puo’ avere tre morti al giorno. Quindi siamo molto determinati e costruiremo in tempi decenti una proposta organica su questo settore”. Risponde cosi’ il ministro della Salute, Roberto Speranza, interpellato sulle persone che hanno perso la vita sul posto di lavoro, a margine della chiusura oggi a Roma alla chiusura della VI edizione delle ‘Giornate del lavoro’ della Cgil, l’annuale manifestazione organizzata dal sindacato per discutere sui temi del lavoro e dei diritti, ma anche di fisco e welfare, alla luce delle trasformazioni sociali ed economiche. L’evento e’ in corso nella sede della Confederazione generale italiana del Lavoro, in Corso Italia 25.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 49