LAVORO. CATALFO: PAGATA CASSA A 6,9 MILIONI, 92% DELLE RICHIESTE.

(DIRE) Roma, 4 giu. – “Venendo allo stato di erogazione dei trattamenti di integrazione salariale, ad oggi sono stati pagati 6,9 milioni di lavoratori, il 92% del totale di coloro per i quali le aziende hanno inviato a INPS i dati necessari”. Lo riferisce la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo al question time al Senato. Per velocizzare le procedure, ricorda, “nel decreto Rilancio e’ stato eliminato il coinvolgimento delle Regioni nella fase di presentazione della domanda di integrazione salariale in deroga. Nel termine di quindici giorni dal ricevimento della domanda, l’INPS autorizza le domande ed eroga un anticipo del trattamento pari al 40% al fine di garantire immediata liquidita’ ai lavoratori. Entro i trenta giorni successivi, il datore invia all’Istituto tutti i dati necessari per il saldo dell’integrazione salariale. Tali modifiche- conclude- richiedono dei tempi tecnici necessari per adeguare i sistemi informativi dell’INPS, che sta gia’ implementando il sistema per la ricezione delle domande di cassa integrazione in deroga”. Sul pagamento della cassa in deroga, in base ad un’analisi dei dati aggiornata al 3 giugno 2020 “risulta che i beneficiari autorizzati dall’INPS sono 1.285.601. Di questi, sono stati forniti dalle aziende all’Istituto i dati necessari per il pagamento relativi a circa 1.100.000 lavoratori, dei quali 911.247 risultano gia’ pagati”. Per concludere, “e’ allo studio del mio Ministero una riforma organica della disciplina degli ammortizzatori sociali, volta a rendere l’istituto meno farraginoso, solo orientando gli strumenti di sostegno al reddito verso politiche attive e’ possibile affrontare la sfida di rinnovamento che questa delicata fase dovuta al Covid-19 ci pone”, chiude.

Agenzia DiRE  www.dire.it

Visite: 77

Potrebbero interessarti anche...