LAVORO. CASTELLI: CREATE LE BASI PER RIENTRO DEI CERVELLI.

(DIRE) Roma, 4 set. – “Una recente indagine, di Talents in motion, conferma che il tema della “fuga dei cervelli”, in particolare, e’ estremamente sentito dai giovani talenti italiani. Il 71% degli intervistati starebbe valutando di rientrare in Italia, complice il fatto che la risposta del Governo alla pandemia da Covid-19 e’ ritenuta tra le migliori in Europa”. Lo scrive, sui social, il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli. “Uno Stato che si prende cura dei propri cittadini, come ha fatto l’Italia, anteponendo la salute dei cittadini ad ogni altro tipo di interesse, e’ un ottimo incentivo a rimanere. Ma non e’ il solo, perche’ dopo parecchi anni abbiamo finalmente invertito la politica degli investimenti, che per troppo tempo sono rimasti fermi, a partire da settori strategici come sanita’ a ricerca scientifica. Abbiamo iniziato a creare, nuovamente, condizioni lavorative favorevoli, promuovendo programmi di formazione all’interno delle aziende, nuovi fondi per le start-up, forme di decontribuzione incisive e ad investire sui servizi, con il fine di migliorare la qualita’ della vita dei cittadini. Risultati come l’eliminazione del superticket, oppure il taglio del cuneo fiscale per i lavoratori dipendenti e la nuova decontribuzione del 30% per i lavoratori del sud sono solo alcuni dei risultati che abbiamo portato a casa in questi mesi, e sono molto incoraggianti”.

Agenzia DiRE  www.dire.it

Visite: 81

Potrebbero interessarti anche...