LATINA. RESIDENTI SANTA MARIA GORETTI: UNA MANIFESTAZIONE PER RIAPPROPRIARCI PIAZZA.

VOLONTARIO: “NESSUNO CI ASCOLTA NONOSTANTE ESPOSTI E DENUNCIE A ENTI E ISTITUZIONI”

Roma – Una piazza di provincia, Piazza Santa Maria
Goretti, nel centro della citta’ di Latina a pochi metri dal
Comune e dalle Istituzioni e al tempo stesso terra di nessuno
dove l’insicurezza, il degrado urbano e i piccoli episodi
violenza si consumano all’ordine del giorno. Senza fissa dimora,
gente che fa uso di alcol e droghe si danno appuntamento quando i
dormitori chiudono. Tutto questo sotto gli occhi di quei pochi
bambini che ancora giocano sulle giostre che sono in piazza. I
cittadini della zona non ci stanno e non vogliono arrendersi a
questa situazione. Cosi’ un gruppo si e’ dato appuntamento per
manifestare la volonta’ di riappropriarsi della piazza in modo
civile e pacifico.
“L’obiettivo principale e’ quello di riappropriarci di una
piazza storica perche’ in questi ultimi anni nessuno ci ha dato
ascolto nonostante i vari esposti che abbiamo presentato a tutte
le Istituzioni e gli Enti preposti. Siamo arrivati al punto che i
residenti, il pomeriggio e la sera, hanno timore a stare qui a
causa del cattivo comportamento e di alcune persone che la
popolano e che sotto gli effetti di alcol e droghe creano
scompiglio e persino si picchiano tra di loro o inveiscono verso
i passanti quando va bene. Cosi’ il nostro obiettivo e’ tornare a
stare nella nostra piazza con serenita’ e nel dovuto modo”, ha
dichiarato all’agenzia di stampa Dire Carlo Tempera, volontario
della Piazza santa Maria Goretti di Latina che in accordo con il
Comune si prende cura del giardino ogni giorno.
“Noi chiediamo che questa Piazza- fa eco un altro residente
storico- torni ad essere quella che era qualche decennio fa.
Ricordo che quando sono venuto a vivere qui io nel 1992 questo
posto era bellissimo e ben tenuto. Purtroppo soprattutto negli
ultimi anni si e’ registrato un degrado assoluto sia per quanto
riguarda lo stato del parco stesso sia per le persone che lo
popolano. Molto spesso si tratta di individui senza fissa dimora,
ubriachi ed e’ per questo che i nostri bambini non possono venire
piu’ qui a stare nel parco perche’ non e’ sicuro. Ribadisco
chiediamo di mettere in sicurezza la piazza e un maggior
controllo da parte delle autorita'”.
“Il senso della manifestazione di oggi- spiega una mamma- e’
di restituire questa piazza non solo a tutti i residenti ma anche
agli abitanti della citta’ di Latina. Per noi venire qui
soprattutto negli ultimi tempi e’ diventato impossibile perche’
quotidianamente, sin dalle prime ore del mattino, ci sono persone
moleste che non ci consentono di vivere la piazza come avremmo
diritto di fare”.
“Stiamo facendo tutto il possibile come cittadini per
riaprire la piazza ai residenti e agli abitanti della citta’ e
tornare a far giocare i nostri bambini, tornare a passeggiare qui
e sedere sulle panchine che sono state ristrutturate. Vogliamo
solo tornare a popolare questo luogo e chiacchierare tra di noi.
Quello che stiamo facendo in pratica e’ una grande pulizia in
senso stretto ed infatti abbiamo suddiviso i compiti tra di noi.
Alcuni residenti tagliano l’erba, altri annaffiano le piante e
c’e’ chi rimuove le foglie, le bottiglie insomma ognuno fa
qualcosa come se lavorasse nel proprio giardino di casa perche’
noi sentiamo cosi’ la nostra povera piazza. Non possiamo pero’
essere noi cittadini pero’ a garantire il decoro urbano e la
sicurezza. Credo ci voglia un vigilante che possa presidiare la
piazza una sicurezza per noi e i nostri bambini. Sono un
ristoratore e i miei clienti si lamentano perche’ mentre stanno
seduti nella terrazza del mio locale che e’ costata molta fatica
e sacrifici, si indignano e giustamente davanti a gente che urina
perche’ scambia l’albero per il water. Per noi ristoratori della
piazza ma soprattutto per i clienti vedere a pranzo o a cena
scena di questo tipo e’ inaccettabile. Spesso per questo non
vogliono piu’ tornare e per noi e’ un grande danno economico.
Spero davvero che le cose possano cambiare veramente soprattutto
per il quieto vivere di tutti noi”.

QUESTORE: DOPO LE SEGNALAZIONI VIGILEREMO SU PIAZZA S. MARIA GORETTI

“Io ho raccolto le richieste e le istanze
del Comitato dei cittadini di Piazza Santa Maria Goretti cosa che
mi ha fatto estremamente piacere perche’ noi abbiamo bisogno che
i cittadini partecipino al progetto della sicurezza e ci
comunichino le loro esigenze per consentirci di effettuare
servizi di vigilanza e di prevenzione mirati piuttosto che
generici. Quindi il concetto di rete per la legalita’, di
cittadinanza attiva e’ assolutamente favorito presso la questura
di Latina. Noi abbiamo proprio bisogno che i cittadini ci
segnalino, ci chiamino, ci comunichino situazioni di eventuale
percezione di pericolo per darci la possibilita’ d’intervenire”.
Lo ha dichiarato Michele Spina, Questore di Latina, interpellato
dall’agenzia di stampa Dire in merito alla manifestazione
pacifica dei residenti di Piazza Santa Maria Goretti con
l’obiettivo di riappropriarsi di una piazza centrale e storica
della citta’ oggi pero’ insicura e meta di bivacchi e consumo di
alcol e droghe da parte di sbandati che dopo la chiusura dei
dormitori si riversano nel quartiere indisturbati.

Agenzia DiRE  www.dire.it

Visite: 113