“L’amore è donna, la donna è un fiore”, l’appuntamento del Grand Tour lungo il cammino di San Benedetto.

“C’era una volta….è così che iniziano le favole più belle, le favole che ci raccontavano da bambini, ed è così che voglio iniziare questa storia, come fosse una favola mai raccontata, una favola nuova che parla di te, di me, di noi, di una donna” .

Con queste parole ha avuto inizio l’appuntamento musicale programmato tra gli eventi del “Grand Tour lungo il cammino di San Benedetto”, dal titolo “L’amore è donna, la donna è un fiore”.  L’evento, come annunciato, si è tenuto, nella serata di venerdì 5 aprile presso la sala consiliare del Municipio.

Ad aprire la manifestazione, i saluti l’Assessore alle Politiche Culturali Sandro Gemmiti “Sono molto onorato che la nostra Città ospiti artiste di così grande talento. Il tema di stasera è di assoluta attualità e noi lo abbiamo proposto nella maniera più delicata possibile, affidandolo alla musica, al canto ed alla recitazione”

E’ stata la suadente voce dell’attrice Milena Miconi ad offrire la narrazione di una favola, dedicata alla sfera femminile, in cui la protagonista principale di nome “Donna” è impegnata ad amare con tutta se stessa il suo unico amore di nome “Sole”. Il racconto di questo amore, come tutti gli amori vissuti, si è mostrato a volte felice, a volte travagliato e passionale, a volte testardo e solitario. Tutte queste emozioni, sono state magistralmente trasmesse al pubblico dalla notevole interpretazione del soprano Tania Di Giorgio, accompagnata dalla valente pianista Giuseppina Iannotta. Il numeroso pubblico che è intervenuto ha avuto il privilegio di ascoltare: “Mattinata” di Ruggero Leoncavallo, “Habanera” di George Bizet, “Il vecchiotto cerca moglie” di Gioacchino Rossini, “M’ama non m’ama” di Pietro Mascagni, “Lolita” di Arturo Buzzi Peccia, “Tra la la “ di Luigi Gordigiani, “Musica proibita” di Stanislao Gastaldon, “Non t’amo più” di Francesco Paolo Tosti, “Tesoro mio” di Ernesto Becucci e “La rosa y el suce” di Carlos Gustavino.

Al termine della manifestazione il soprano Tania Di Giorgio ha regalato alla platea un fuori programma eseguendo “Reginella” di Roberto Murolo.

Visite:45