L’Amministrazione Mazzaroppi vince la sua lunga battaglia. Ottenuto, dalla Regione Lazio, il finanziamento per l’ultimazione del PalAquino con un importo di trecentomila euro.

Il Palazzetto dello Sport di Aquino è stato, negli anni, l’oggetto di scontri amministrativi talvolta anche polemici. Ora, finalmente, grazie alla grande capacità progettuale messa in campo, per il bene della comunità, si mette la parola fine a una diatriba che dura, ormai da troppo, lungo, tempo.

Proprio nei giorni scorsi, il Sindaco Libero Mazzaroppi, in una articolata intervista e nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale, aveva rassicurato tutti sul fatto che, anche l’ultima lacuna della lunga sequela di opere incompiute che la sua amministrazione aveva ereditato da un passato amministrativo fatto di incapacità e immobilismo, sarebbe stato colmata e portata a termine.

Ebbene il suo impegno trova giusto ristoro nel post da lui pubblicato nelle ultime ore, sul suo profilo Facebook, nel quale annuncia la notizia ai suoi concittadini: “Le chiacchiere stanno a zero. Fatti e atti alla mano facciamo crescere la nostra Città. FINANZIATO IL COMPLETAMENTO DEL NOSTRO PALAZZETTO DELLO SPORT per un importo di € 300.000,oo (trecentomila). Efficienza, lavoro, impegno e capacità vincono e fanno vincere Aquino”.

A gioire con il Sindaco anche la sua amministrazione, ed in particolare l’Assessore allo Sport Andrea Capraro e la struttura tecnica comunale guidata dall’ing. Daniela Ciolfi.

Il finanziamento, accordato alla Città di San Tommaso, dalla Regione Lazio, consentirà di ultimare i lavori per completare un’opera di grande rilievo, che si rende necessaria per chi ha a cuore lo sport e per le future generazioni.

L’intervento prevede lavori per 300.000,00 euro articolati nella sistemazione di tutta la parte esterna della struttura, il completamento delle aree perimetrali, l’ultimazione e l’ottimizzazione della copertura, la realizzazione e la messa a norma, con certificazione, sia dell’impianto termico che di quello antincendio.

Sono, inoltre, previste la realizzazione impianto di illuminazione, della pavimentazione esterna ed interna con messa in opera di materiali (resina e gomma) tipici di impianti sportivi, per concludere con l’acquisto degli arredi e degli impianti di settore sportivo. per l’esercizio delle varie discipline.

Sono, sinceramente, soddisfatto del finanziamento accordato – dice il Sindaco Libero Mazzaroppi- che va ad aggiungersi ai prossimi lavori da effettuare presso la Scuola Aldo Moro segno che tutta l’area del Complesso Fiat sarà completamente rivalutata e valorizzata. Ora l’Assessore allo Sport Andrea Capraro, cui vanno anche il mio plauso e il mio compiacimento per l’impegno profuso, avrà una responsabilità importante da portare avanti. Dovremo fare tutto bene e in fretta perché abbiamo dei cattivi esempi da far dimenticare. Ringrazio il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti per la disponibilità dimostrata e con lui l’Assessorato alle Infrastrutture: la nostra Città assume una ricchezza maggiore e più evidente perché, oltre a rispondere alle esigenze storiche dei tanti appassionati di sport, oggi ha una maggiore possibilità di azionare politiche che possono combattere la dispersione scolastica e quella sociale. Una struttura da adibire a supporto della crescita e dello sviluppo delle future generazioni.

Avanti insieme per inseguire e raggiungere un futuro migliore – conclude il Sindaco Libero Mazzaroppi.

Una data che rimarrà nella storia, afferma l’Assessore allo Sport Andrea Capraro: sul Palazzetto non ho mai perso la speranza, eravamo certi del buon lavoro fatto, e qualche giorno fa la notizia tanto attesa mi ha riempito il cuore di gioia.

Non posso che ritenermi soddisfatto ed entusiasta, finalmente i nostri ragazzi e chi come loro appassionato di sport potranno usufruire di una struttura sportiva di notevole rilievo sul territorio.

Il PalAquino oltre ad essere un valore aggiunto per la nostra Città sarà un punto di svolta anche nell’assetto urbanistico del quartiere.

Sono d’accordo con il Sindaco – conclude Capraro – non siamo abituati ad inutili dibattiti, ma ad impiegare il tempo e le energie per inseguire il bene comune e rispondere alle esigenze alle legittime aspirazioni dei nostri concittadini.

Visite: 384