RACCOLTA SANGUE BLOCCATA A CAUSA DI MANUTENZIONE DELLE AUTOEMOTECHE. QUADRINI:” LA REGIONE DOV’E’?”

Gianluca-Quadrini-290x200A seguito dell’annuncio da parte del CRS centro regionale Sangue del fermo delle due autoemoteche a causa di manutenzione per sostituzione di pneumatici, sono state interrotte a partire dal 25 novembre e fino all’11 dicembre 2016 le raccolte del centro trasfusionale di Viterbo, dell’ospedale Gemelli di Roma, del S. Filippo del S. Camillo Forlanini, nonché dell’ospedale Grassi e di Frosinone. A tal proposito il tempestivo intervento del consigliere provinciale nonché dirigente di Forza Italia Gianluca Quadrini:”Le autoemoteche sono messe a disposizione delle associazioni volontari donatori sangue da parte dell’ente regione alle quali appartengono. Vista e constatata la mancanza dei fondi regionali, le raccolte vengono meno e salteranno non solo fino all’11 dicembre come annunciato, ma sicuramente per altro tempo ancora visto che le stesse vanno programmate due mesi prima. Per questo gravissimo fatto, riguardo al quale tra l’altro, non è stata fatta finora alcuna comunicazione, chiediamo risposte immediate ai rappresentanti dell’amministrazione regionale: Zingaretti dov’è?”

La donazione del sangue è un atto di generosità e chi lo fa ha il privilegio di sentirsi indispensabile per la collettività; senza adeguate scorte non sarebbero possibili interventi chirurgici, terapie e cure su vasta scala.“Le raccolte mobili dell’Avis sono bloccate per una semplice manutenzione, dunque, afferma il consigliere azzurro Quadrini – ed il Lazio compra sangue da fuori regione. E’ vergognoso quanto sta accadendo e ancor più sapendo che le richieste di donare sangue da parte della regione aumentano a dismisura, senza che la stessa fa nulla in cambio per offrire le adeguate condizioni.”

Secondo l’associazione dei volontari del sangue, con la chiusura del servizio mobile si sono perse circa 250 unità di sangue intero e tutto in una regione in cui non vi è piena autosufficienza. “Questi sono i temi su cui interessarsi e su cui porre interrogativi utili, per cercare di dare risposte concrete al nostro territorio, non quelli sulle sterili polemiche dei manifesti elettorali” –conclude indignato il consiglier Quadrini.

Ufficio stampa
Gianluca Quadrini,

Consigliere provinciale e dirigente di Forza Italia

Potrebbero interessarti anche...