La Polizia di Stato nei percorsi di emancipazione della donna.

90801_2Questa mattina la dottoressa Cristina Pagliarosi, funzionario psicologo della Questura di Frosinone, è intervenuta in qualità di relatrice, presso la A.S.L. del capoluogo, al convegno “Tendenze, aperture, progetti”, organizzato nell’ambito delle iniziative degli “Stati Generali della salute mentale e delle patologie da dipendenza”.

Tema trattato dalla d.ssa Pagliarosi “La Polizia di Stato nei percorsi di emancipazione della donna”.

La psicologa ha spiegato ad una platea attenta, di oltre 250 persone, l’iter ormai codificato di operatività della Polizia di Stato che accompagna la donna vittima di violenze e maltrattamenti dal momento in cui sporge denuncia.

Un percorso “dedicato” di accoglienza della vittima che, al momento di arrivo presso gli uffici di polizia, viene affidata a personale qualificato della sezione specializzata nei reati contro la persona della Squadra Mobile.

Un ascolto, inoltre, “protetto” della donna alla presenza dello psicologo della Polizia di Stato per aiutarla a prendere la necessaria consapevolezza sulle convinzioni profonde che le impediscono di uscire dalla violenza.

Il passo successivo è l’emancipazione che permetterà alla vittima di arrivare alla riabilitazione sociale che segue il processo penale e che passa per il collocamento in una struttura protetta.

Visite: 39