IUS SOLI. INTERVISTA, SPILABOTTE: MEGLIO NON RISCHIARE, OK BIOTESTAMENTO.

(DIRE) Roma, 6 dic. – “Abbiamo sempre detto che il biotestamento era una priorita’, quindi sono contenta che la capigruppo abbia deciso la calendarizzazione immediata del testo”. Cosi’ la senatrice del Pd, Maria Spilabotte, commenta con l’agenzia ‘Dire’ la decisione della capigruppo di palazzo Madama. La parlamentare dem osserva che “tutti sono al corrente che sullo ius soli dobbiamo fare i conti al centesimo, mentre sul biotestamento c’e’ la possibilita’ effettivamente di portare a casa una legge che gli italiani aspettano da tempo. Non che quello dello ius soli sia un provvedimento di minore importanza, ma ci sono difficolta’ sui numeri, per cui meglio lavorare su un testo che puo’ essere portato a conclusione entro la fine della legislatura, visto che- continua Spilabotte- i tempi sono ristretti e si parla di una chiusura della legislatura a Natale o a gennaio”. Insomma meglio evitare di lavorare su “un testo su cui in commissione e poi in aula potrebbero non esserci i numeri”. Rispetto infine alla possibilita’ di mettere la fiducia sullo ius soli per approvarlo entro la fine legislatura, la senatrice ritiene che “ci si potrebbe pensare, ma va fatto se ci sono i numeri. Se non si e’ sicuri e’ bene non rischiare e credo che questa sia stata una considerazione fatta in modo comune nel Pd. Non credo che sia saggio portare a Mattarella un governo sfiduciato piuttosto che un governo a scadenza naturale”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Potrebbero interessarti anche...