Italia-Giappone, il Colosseo si illumina per i 150 anni di amicizia.

colosseo2

Uno spettacolo di luci inonderà il Colosseo, che per una notte diventerà il simbolo dell’amicizia tra Italia e Giappone. Un legame, quello tra i due Paesi, che dura da 150 anni e che nel corso del 2016 sarà celebrato in molte città italiane e giapponesi. Ma il cuore della festa sarà mercoledì 11 maggio, quando alle 20.40 l’Anfiteatro Flavio verrà illuminato alla presenza della famiglia imperiale giapponese.

La parola ‘amore’ sarà proiettata sul monumento in 150 lingue diverse attraverso una installazione, firmata dalle due lighting designer giapponesi Mokoto Ishii e Akari-Lisa Ishii, che porta un messaggio di amore per l’umanita’ e per la Terra. Il tutto, accompagnato da un brano musicale composto per l’occasione e ispirato alla tradizione giapponese. La programmazione sarà replicata anche il 12 e il 13 maggio (dalle 20.30 alle 23) e durerà 10 minuti, durante i quali la facciata del Colosseo, lato Foro romano, ospiterà il gioco di luci, a cui seguirà una animazione a tema in video-proiezione che per la prima volta vedrà la tradizionale pittura monocromatica giapponese a inchiostro nero, Suibokuga, trasformarsi in proiezioni di luce sul Colosseo.

Colosseo

“Spero che romani e turisti possano percepire così la lunga amicizia che lega Italia e Giappone”, ha detto l’ambasciatore Kazuyoshi Umemoto presentando l’evento al ministero dei Beni culturali insieme, tra gli altri, al sottosegretario Ilaria Borletti Buitoni e al Soprintendente per il Colosseo, Francesco Prosperetti, secondo il quale lo spettacolo “sara’ di assoluto interesse”. Il Soprintendente ha ricordato anche che il Colosseo viene concesso solo per manifestazioni con un fortissimo taglio istituzionale, come questa. La qualità dell’installazione è importante e resterà attiva alcune notti perchè tutti possano goderne”. Italia e Giappone “sono due Paesi antichi- ha detto infine Borletti Buitoni- e la vastita’ del programma per le celebrazioni dei 150 anni di amicizia lo testimonia. Queste iniziative- ha concluso- contribuiranno a rafforzare questo rapporto”.

di Nicoletta Di Placido, giornalista

Agenzia DIRE  www.dire.it

Potrebbero interessarti anche...