Inquinamento Valle del Sacco e Ceccano. Quadrini:”Bonifica urgente per evitare eccessi di malattia”.

L’inquinamento nella Valle del Sacco prosegue come dimostrano le indagini epidemiologiche sulla popolazione, le analisi e i risultati sulla qualità delle acque. Intanto, martedì scorso in Provincia, si è tenuto un tavolo sull’ambiente proposto dal coordinamento dei controlli. Ne è venuto fuori che l’Arpa ha lanciato la proposta di istituire un coordinamento temporale tra gli Enti negli interventi di controllo, al fine di rendere più efficace l’attività di repressione delle condotte che generano i miasmi.

“Una buona iniziativa -ha commentato il consigliere provinciale e vice ccordinatore regionale di FI Gianluca Quadrini- che ci auguriamo serva a contrastare il fenomeno inquinamento in provincia di Frosinone. Questa è una problematica come già detto che deve interessare tutti gli enti, indistintamente dal colore politico.

Occorre la volontà di tutte le istituzioni che all’unisono devono impegnarsi per dare quelle risposte agli abitanti non solo della Valle del Sacco ma anche dei paesi limitrofi, come Ceccano. Qui i cittadini sono esasperati dagli odori nauseabondi che ogni giorno invadono l’aria rendendola irrespirabile, Non ne possono più di piangere le vittime dell’inquinamento, sono sfiniti dal dolore per la perdita di giovani e bambini che muoiono di tumore. È ora di intervenire contro il cancro che ha invaso un intero territorio, la Ciociaria.

Bambini e giovani nelle zone del Sin pagano il prezzo più salato. Questo non è accettabile. A Frosinone è necessario varare una mappa del rischio, iniziando le bonifiche. La bonifica della Valle del Sacco è indispensabile e urgente per evitare che sempre piu’ piccoli si ammalino per colpa di questo grave mostro”.

Ufficio stampa

Gianluca Quadrini

Consigliere provinciale

Vice coordinatore regionale FI

Visite: 34