INQUINAMENTO. CONFEURO: INTRODURRE EDUCAZIONE AMBIENTALE A SCUOLA.

(DIRE) Roma, 11 set. – “L’uso della plastica ha ormai assunto numeri preoccupanti e il suo contrasto sta rapidamente diventando una priorita’ assoluta”. Lo dichiara in una nota il presidente nazionale Confeuro, Andrea Michele Tiso. “In questi anni infatti questo mercato e’ cresciuto in modo a dir poco esponenziale, e questo anche in Italia, dove attualmente si registra il primato europeo per la produzione (quasi il 50%) delle stoviglie monouso”, continua. “Le conseguenze del largo utilizzo di questo materiale sono sotto gli occhi di tutti e determinano durissimi colpi per l’ambiente, la salute, il turismo e la tutela dei paesaggi. Per arginare questo fenomeno- continua Tiso– serve una grande attivita’ di ricerca utile a convertire la produzione della plastica in produzione di materiali biodegradabili e con basso impatto ambientale anche all’interno dei processi produttivi. Naturalmente per riuscire a creare una strategia che non si limiti ad agire per tamponare le emergenze, ma costruisca qualcosa sul medio-lungo termine, serve intervenire sulla formazione delle nuove generazioni. Come Confeuro crediamo sia giunto il momento di introdurre l’educazione ambientale ed alimentare nelle scuole; e’ infatti ora- conclude Tiso- che si comprenda il vero valore del cibo e dell’ambiente, ma anche che si provi ad immaginare un futuro diverso partendo da coloro che ne saranno i protagonisti”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 27

Potrebbero interessarti anche...