In 70mila a Roma per manifestazione Pd, Martina: “Nuovo partito per nuova sinistra”.

Sono oltre 70 mila le persone presenti in piazza del Popolo, pieno l’inizio di via del Corso e parte della salita del Pincio, oltre all’ingresso di viale Flaminio, per la manifestazione del Partito Democratico. A quanto si apprende dagli organizzatori.

“Serve un nuovo Pd per una nuova sinistra. Siamo fondamentali per l’alternativa. Lo dico senza arroganza: ma senza la comunità dei democratici non ci sara’ una nuova sinistra in questo paese”, lo dichiara Maurizio Martina, segretario Pd, dal palco di Piazza del Popolo. A noi serve- aggiunge- una svoltaServe un riformismo piu’ radicale di fronte a questa destra non basta il politicamente corretto“.

Serve “un nuovo pensiero democratico, un nuovo orizzonte”, dobbiamo “ripartire dai piu’ deboli senza vergognarci di dirlo, dalla lotta alle disuguaglianze”. Per mio conto aggiungo che “serve un nuovo umanesimo che riparta dagli individui, dalle persone che cercano un senso e non basta un programma, un numero”. Serve “una prospettiva che rimetta al centro le persone”.

Per Martina “serve una intransigente opposizione politica, ma anche una intransigente opposizione morale. Chiedo ai tanti democratici, progressisti, liberali, europeisti che guardano ai limiti del Pd… Va bene, abbiamo dei limiti ma per favore alzate la voce, alzate la mano, scuotetevi come noi. Dateci una mano, è troppo importante la sfida, è troppo pericoloso il rischio. Fate un passo avanti, contribuite a costruire una alternativa. Il Pd è pronto ad ascoltarvi e a stare fianco a fianco a voi senza arroganza, ma fate un passo avanti”.

MARTINA: DA QUESTA PIAZZA UNA LEZIONE A TUTTI NOI

“Avete dato una lezione a tutti noi. Questa e la piazza del risveglio democratico, è la piazza della speranza, del cambiamento, della fiducia, dell’orgoglio, del futuro”. Lo dice Maurizio Martina, segretario Pd, dal palco di Piazza del Popolo.  “A qualcuno piacciono i balconi, a noi piace la piazza aperta e di tutti”, aggiunge.

MARTINA A DI MAIO E SALVINI: “NON TIENE PAESE GOVERNATO DA ODIO”

“Di Maio, Salvini… non tiene un paese se viene governato dall’odio, da ministri che passano il loro tempo a insultare. A proposito di assassini politici, vergognatevi. In un paese che ha vissuto il dramma di riformisti uccisi. Andate a rileggervi la storia”.

MARTINA: DALLA MANOVRA DEL POPOLO ALLA TRUFFA DEL POPOLO

“Siamo passati dalla manovra del popolo alla truffa del popolo. Evasori condonati e giovani indebitati”.

MARTINA: COMBATTEREMO IN PARLAMENTO E FUORI

“Noi combatteremo in parlamento e fuori del parlamento”.

MARTINA: DI MAIO SU BALCONE CHIGI, SCENA DA REPUBBLICA BANANE

Ma ditemi se un paese come l’Italia “puo’ essere governato dal balcone di Palazzo Chigi con la claque dei 5 stelle sotto. Una scena tristissima da repubblica delle banane. Dovete essere all’altezza di questo paese”.

MARTINA: PAESE GOVERNATO DA NAZIONALISTI DI DESTRA PERICOLOSI

Il Paese “e’ governato da nazionalisti di destra pericolosi. Hanno un istinto antidemocratico, illiberale, autoritario, oscurantista”.

MARTINA: SERVE PARTITO DI STRADA, ‘NOI SIAMO SOMMA NON DIVISIONE’

“Io dico un partito di strada perche’ da li’ non sbagli mai. Fianco a fianco con le persone. Ho visto una maglietta bellissima che dice ‘noi siamo somma non divisione’. Mi basta questo”.

DA MARTINA APPELLO ALLE DONNE: QUESTO GOVERNO E CONTRO DI VOI

“E dico alle donne italiane: alzate la voce. Questo e’ un governo contro di voi. Guardate quello che stanno facendo con il ddl Pillon. Un  passo indietro sui diritti civli”.

“I diritti civili non si toccano- aggiunge- questo paese ha bisogno di guardare avanti, non di tornare al medioevo”. Mi rivolgo alle donne italiane: “combattiamo insieme questa battaglia per il vostro e di tutto il Paese. Qqui rischiamo grosso”.

MARTINA CITA CORBYN: SERVE NUOVO UMANESIMO CHE RIPARTA DA PERSONE

Martina ha usato molti miti della sinistra nel discorso di piazza del Popolo. Tra loro il leader inglese dei laburisti Corbyn: “Ha ragione Jeremy Corbin: c’è stata in questi lunghi anni una avidità del capitalismo che anche noi non siamo riusciti a vedere. Serve un nuovo umanesimo che riparta dalle persone, per proteggerle”. Così il Segretario del Partito democratico Maurizio Martina, intervenendo alla manifestazione di Piazza del Popolo.

Nella parte conclusiva del discorso ha citato anche Martin Luther King: “‘Prima o poi arriva l’ora in cui bisogna prendere una posizione che non è né sicura, né conveniente, né popolare; ma bisogna prenderla, perché è giusta’. Forza democratici, avanti inseme…

MARTINA FINISCE NEL SELFIE DI RENZI, SALUTO TRA I DUE

Nicola Zingaretti alla sinistra del palco. Matteo Renzi alla destra. A riunire il filo del Pd diviso – richiesta a viva voce di piazza del Popolo- ci pensa il segretario Maurizio Martina che piomba letteralmente nel mezzo di un selfie di Matteo Renzi. Il cronista della Dire assiste alla scena. “Ah il segretario. Vieni”, dice Renzi. I due si stringono la mano. Poi Martina continua il giro tra i dirigenti Dem.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:10
Print Friendly, PDF & Email