Importanti osservazioni al Piano Regionale zone SIC e ZPS.

provincia stemmaOsservazioni IMPORTANTI proposte e formulate alla Regione Lazio per le nuove zone SIC e ZPS che riguardano i 91 comuni della Provincia.

Frosinone 11.03.2015

Come già annunciato qualche giorno fa, la Regione ha riaperto i termini per le osservazioni alle zone SIC e ZPS che ci sono nella Provincia di Frosinone ed io, come consigliere Delegato, ho provveduto, attraverso una ricognizione puntuale e precisa delle particolari criticità dei 91 comuni della Provincia, ad emettere apposita relazione tecnica alla Regione Lazio, di concerto anche con le Municipalità, che prevede delle proposte calzate sul territorio e non decise direttamente a tavolino, sia per Conservazione dei “siti di interesse comunitari” al fine della rimodulazione dello stesso piano che sia per la vivibilità degli habitat per coloro che li frequentano

È un’intervento molto incisivo quello della provincia di Frosinone al fine di conservare si, questi siti, senza, però, stravolgere le realtà territoriali ed indigene che hanno sempre vissuto nelle stesse zone.

Proposta di Misure di Conservazione dei Siti di Interesse Comunitario Formulate:

1- VERSANTE MERIDIONALE DEL MONTE SCALAMBRA, MONTE PORCIANO (versante Sud), CASTAGNETI DI FIUGGI, MONTE CALVO E CALVILLI, MASSICCIO DEL MONTE CAIRO (area sommitale) e GOLE DEL FIUME MELFAla Provincia di Frosinone ha adottato il Piano di Gestione dei Siti di Importanza Comunitaria Monte Porciano (versante Sud) e Castagneti di Fiuggi redatto mediante le risorse finanziarie assegnate dalla Regione Lazio.

Gli studi e approfondimenti effettuati per la redazione del citato piano di gestione hanno consentito di individuare una serie di interventi/azioni di gestioni, essendo gli interventi individuati nell’ambito del piano finalizzati alla conservazione dell’integrità ecologica del sito e più in generale alla sua gestione si ritiene necessario inserirli nelle Misure di Conservazione in corso di adozione;

2- CAMPO CATINOIn accordo con l’Amministrazione Comunale di Guarcino si chiede la modifica di cui sopra al fine di tutelare la stazione sciistica di Campocatino che riveste un ruolo fondamentale e imprescindibile per il tessuto socio economico dell’intera area Ernica.

Si evidenzia che, già nella fase di formazione del Piano di Gestione (PdG) della ZPS “Monti Simbruini – Ernici” redatto dal Parco dei Monti Simbruini nell’anno 2006, fu chiesto di salvaguardare lo sviluppo della stazione sciistica di Campocatino già previsto negli strumenti di programmazione comunali vigenti; in particolare già allora si poneva l’attenzione sul fatto che il contenuto del piano era in netto contrasto con le esigenze del territorio.

Mentre per Tutti i Siti di Interesse Comunitario della Provincia di Frosinone si propone:

Nella quasi totalità dei SIC della Provincia di Frosinone è riportato il seguente divieto:

E’ vietata l’eliminazione dei terrazzamenti esistenti, delimitati a valle da muretti a secco oppure da scarpata inerbita, sono fatti salvi i casi regolarmente autorizzati di rimodellamento dei terrazzamenti eseguiti allo scopo di assicurare una gestione economicamente sostenibile”. La Provincia, invece, chiede che venga sostituito come segue:

E’ vietata l’eliminazione dei terrazzamenti esistenti, delimitati a valle da muretti a secco oppure da scarpata inerbita, senza la preventiva autorizzazione del soggetto o ente gestore”.

Così come per alcuni siti è previsto il seguente divieto: “E’ vietata l’apertura di nuovi tracciati e strade carrabili” La Provincia, invece, chiede che venga sostituito come segue:

E’ vietata di norma l’apertura di nuovi tracciati e strade carrabili fatti salvi casi eccezionali che dovranno essere preventivamente autorizzati dal soggetto gestore

Le presenti osservazioni sono molto importanti per i Comuni e per i territori della Ciociaria tutta, in quanto permettono la coesistenza nell’Habitat sia delle norme comunitarie che valorizzano la zona interessata, ma anche la vivibilità di coloro che ivi risiedono. Il Consigliere Provinciale

f.to Prof. Ing. Gianluca Quadrini

Visite:15