ILVA. PAGANO (PD): DI MAIO SBUGIARDATO, MANCA VALUTAZIONE AMBIENTALE.

(DIRE) Roma, 15 set. – “Legambiente, associazione contraria alla chiusura dell’Ilva ma preoccupata giustamente per la salute dei tarantini, rivela che dietro le chiacchiere di Di Maio su Ilva non c’e’ stata alcuna valutazione seria e accurata dell’impatto ambientale e sanitario connesso ad una produzione che arrivera’ a 8 milioni di tonnellate annue di acciaio liquido. Perche’ il ministero dell’Ambiente non l’ha effettuata? Che aspetta a procedere subito, come chiede l’associazione ambientalista?”. Lo scrive su Facebook il deputato del Partito democratico Ubaldo Pagano. “Il Movimento 5 stelle- prosegue Pagano– e’ passato dalla propaganda elettorale che predicava la chiusura dell’Ilva, alla chiusura dell’accordo con Mittal senza nemmeno effettuare le necessarie verifiche a tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini di Taranto. Tre mesi di chiacchiere e di sceneggiate televisive di Di Maio sono servite solo a perdere tempo e soldi dei cittadini, ma non a dare garanzie ai cittadini del quartiere Tamburi, ad esempio. Invece di fare dirette social e riunioni utili solo ad andare nei telegiornali, perche’ Di Maio non ha preteso una valutazione seria dal ministero dell’Ambiente? E che aspetta il ministro Costa a provvedere? E perche’ non si garantisce una valutazione preventiva del danno sanitario?”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:14
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...