ILVA. GASPARRI: TAVOLO 62 SIGLE COMPLICA COSA E TRIONFO DEMAGOGIA.

(DIRE) Roma, 30 lug. – “Mentre Flat tax e reddito di cittadinanza vanno in archivio e non saranno messi in pratica, Di Maio conferma la furia distruttrice dell’attuale governo. Per seppellire l’Ilva di Taranto convoca un tavolo con 62 sigle, compresi comitati e organizzazioni inventate sul momento, col solo scopo di complicare le cose e mettere in fuga gli acquirenti”. Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri (Fi). “Questa e’ la condotta di chi, facendo bene, cancella un aereo che costa alcuni milioni di euro, ma facendo malissimo distrugge miliardi e miliardi di investimenti, decine di migliaia di posti di lavoro. Questa e’ la politica dei grillini, i nuovi Attila del tempo moderno. E l’esponente dei 5Stelle conferma anche la furia distruttiva verso la Tav. l’opera sara’ bloccata, l’Italia dovra’ pagare risarcimenti, i cantieri saranno chiusi, si aprira’ un contenzioso enorme e costosissimo con tante imprese, il Paese sara’ tagliato fuori da processi e percorsi di modernizzazione. Vanno cacciati dal governo al piu’ presto. Anche la Lega apra gli occhi. Chi fa chiudere imprese, chi distrughe lavoro, chi impedisce la modernizzazione del Paese e’ nemico non soltanto di Forza Italia, del centrodestra, ma anche della Lega e in definitiva di tutti gli italiani che devono aprire gli occhi. Il tavolo con 62 sigle e’ il trionfo della demagogia, dell’incapacita’, del sessantottismo distruttivo giunto al potere”, conclude.

Agenzia DIRE    www.dire.it

Visite totali:29
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...