Il Lazio è tra le mete più convenienti per l’estate – Holidu.

Sperlonga mare

Nel Lazio alcune delle località marittime meno costose d’Italia.
Il Lazio, ad agosto, è più economico di Campania e Toscana
Fregene è la destinazione turistica laziale più economica
Le destinazioni più costose sono Sperlonga e San Felice Circeo
Non è solo la magnifica capitale italiana ad essere meta delle vacanze estive: l’intera regione Lazio,
con il suo territorio prevalentemente collinare, che si estende tra gli Appennini e il mar Tirreno, ha
molto da offrire in termini di turismo. Una forte attrattiva è sicuramente il patrimonio artistico
culturale, che non si limita a Roma e alla Città del Vaticano, ma si estende anche alle zone limitrofe,
traboccando cultura millenaria. Anche il patrimonio paesaggistico, però, fa la sua parte, aiutato dal
clima favorevole e dalla possibilità di godere anche di rilassanti soggiorni al mare presso i litorali
costieri della regione.

Nell’ambito dell’indagine sull’estate 2019, noi di Holidu, il motore di ricerca per case vacanze,
abbiamo confrontato i prezzi medi degli appartamenti di oltre 300 destinazioni, in Italia e nel mondo,
con un occhio particolare alle differenze di prezzo che intercorrono tra alta e bassa stagione. Nel
caso della regione Lazio, i nostri studi hanno condotto a risultati particolari: da un lato, infatti, la
regione è molto conveniente, con un costo medio di 140€ al giorno a fronte dei 157€ della media
nazionale. Dall’altro, la media risulta essere identica sia in alta stagione (intesa dal 3 agosto al 10
settembre) che in bassa (dal 14 al 21 settembre). Il risparmio tra i due periodi è dunque nullo, ma
compensato dal prezzo medio concorrenziale, soprattutto se si considera tutto ciò che la regione ha
da offrire, capitale compresa.
Vacanze in Centro Italia: Lazio più economica di Campania e Toscana
Nella classifica da noi stilata tra le regioni italiane, infatti, il Lazio si colloca circa a metà, poco sotto
la Puglia (143€) e a pari merito con il Friuli Venezia-Giulia (che però a settembre è più conveniente:
93€ di media contro i 140€ del Lazio e dell’alta stagione friulana).

Rispetto ad altre regioni del centro Italia, anch’esse ricche di storia e di arte, il Lazio è
sorprendentemente economico: meno caro di Toscana (149€) e soprattutto della Campania, che
con 165€ di media si colloca al terzo posto tra le regioni italiane più dispendiose. Guidano infatti la
classifica due regioni del nord: il Veneto, con 177€ a notte in alta stagione, e il Trentino Alto Adige
(167€), seguito appunto da Campania e Sardegna. Un caso piuttosto raro è quello del Molise,
l’unica regione italiana a essere più cara a settembre: 130€ contro gli 85€ di agosto, con un
risparmio, dunque, di oltre il 50%. Tra le più economiche, sia in alta che in bassa stagione, ci sono la
Basilicata (rispettivamente 104€ e 95€), l’Abruzzo (105€ e 80€) e la Val D’Aosta (111€ e 84€).
L’Abruzzo in particolare, insieme alla Calabria, è la regione italiana che in bassa stagione regala
maggior convenienza.


Visitare Roma in agosto conviene, magari facendo anche un salto in Ciociaria!
Se la media regionale sembra non offrire risparmio tra agosto e settembre, le singole provincie
offrono un panorama diverso. Prendiamo per esempio Latina: da una media di 155€ per un
appartamento in alta stagione si passa a 105€ in bassa, con un risparmio di tutto rispetto di -32,26%.
E lo stesso vale per Viterbo: se si sceglie settembre, infatti, è possibile soggiornare risparmiando in
media il 26,9%, passando cioè da 115€ a notte a soli 85€. In linea di massima, Latina risulta essere
la provincia più costosa in alta stagione, mentre Frosinone (94€) è la più economica. In bassa
stagione, invece, la più dispendiosa è naturalmente Roma (136€ a notte) mentre Viterbo, grazie al
risparmio offerto a settembre, è la più economica. In genere, trattandosi di una regione dal buon clima e ricca di tesori artistici, non sorprende che i prezzi tra le due stagioni siano piuttosto equilibrati
e che anzi a volte rincarino a settembre.

Nel Lazio le località costiere meno costose d’Italia.
Per quanto riguarda le località marittime, il Lazio offre certamente soluzioni competitive, a
cominciare da Fregene, frazione di Fiumicino, sul mar Tirreno: uno dei centri balneari più noti e
rinomati del litorale romano, a soli 25 km dalla capitale, di cui una volta faceva parte. Il suo costo
medio di soli 97€ a notte in alta stagione (96 in bassa) è più che conveniente, se si considera che le
coste italiane più economiche, come Capo Rizzuto in Calabria e Torre San Giovanni in Puglia, ad
agosto si aggirano comunque intorno ai 100€. Anche il noto centro balneare di Santa Marinella,
sempre a due passi da Roma, ha prezzi molto simili (rispettivamente 98€ e 94€), mentre la
destinazione turistica più costosa del Lazio è Sperlonga, che però a settembre offre un risparmio di
più del 50% (231€ contro 110€), a differenza della seconda classificata, San Felice Circeo, che con
205€ di media in alta e 183€ in bassa consente un risparmio più modesto del 10%.

Viaggiare a settembre: in Italia si risparmia fino al 60%
Se in media il Lazio non presente grosse differenze di prezzo tra alta e bassa stagione, l’Italia, nel
suo complesso, permette invece di fare buoni affari. Stando ai nostri studi, la Sardegna è la regione
che consente il miglior risparmio in bassa stagione, con quasi il 45% di differenza tra agosto e
settembre e con punte del 56,20% a Porto Pollo, del 52,59% a Costa Rei e del 50,96 a Baia
Sardinia. C’è poi la provincia di Rovigo, in Veneto, con quasi il 60% di differenza tra alta e bassa

stagione, ma non solo: anche altre località molto amate, come Forte dei Marmi in Toscana, San
Teodoro in Sicilia e Bibione in Veneto permettono un risparmio notevole di circa il 50%.
I prezzi estivi nei paesi europei: la capitale italiana è decisamente concorrenziale
Secondo le nostre indagini, l’Italia, con 157€ al giorno, si colloca circa a metà della classifica
europea dei prezzi per un affitto medio in alta stagione. Sul podio troviamo il Principato di Monaco,
l’Islanda e il Regno Unito, rispettivamente con 359€, 230€ e 209€ per notte. Anche in bassa
stagione, il vertice della classifica rimane più o meno lo stesso, con l’unica eccezione di San Marino,
che in settembre scavalca tutti diventando la destinazione europea più dispendiosa.
All’estremo opposto della classifica troviamo invece Macedonia, Bielorussia e Moldavia.
Quest’ultima, con 41€ di media a notte in alta stagione e 39€ in bassa, si classifica ufficialmente
come il paese europeo più conveniente per le vacanze.

Tornando però all’Italia e al Lazio in particolare, è importare dire che, con 145€ a notte in alta
stagione e 149€ in bassa, la città di Roma si colloca comunque sotto la media nazionale, cioè nella
parte bassa della classifica europea, rivelandosi una meta conveniente, soprattutto considerando
tutto ciò che la “città eterna” ha da offrire in termini di storia, arte, divertimento, clima e gastronomia.

Metodologia
I dati sui prezzi delle case vacanza sono tutti ricavati dal nostro database, aggiornato a gennaio
2019. Abbiamo esaminato oltre 300 destinazioni italiane ed europee, con particolare attenzione alle
mete turistiche più ambite. I dati sono organizzati in modo da favorire il confronto tra i prezzi dell’alta
stagione (dal 3 al 10 agosto 2019) e quelli della bassa stagione (dal 14 al 21 settembre), e in
particolare per evidenziare la percentuale di risparmio consentita dalla scelta del mese. Il prezzo
indicato deve sempre essere inteso come la media giornaliera per appartamenti con una capacità
che va da 3 a 8 persone (eliminando i duplicati). Le destinazioni con meno di cinque proprietà sono
state escluse dal database.

Contatto:
Elena Rita Paolo, PR & Online Marketing Manager
E-mail: elena-rita.paolo@holidu.com
Seguici su:
Twitter www.twitter.com/Holidu
Instagram www.instagram.com/holidu/
Facebook www.facebook.com/holiduit/
Linkedin www.linkedin.com/company/holidu/

Visite: 30