GUALTIERI: “UN BAGNO DI FOLLA QUI A TORONTO, EMOZIONI CHE I GIOCATORI SAPRANNO PORTARE SUL CAMPO”.

L’abbraccio della Comunità ciociara di Toronto al Frosinone è andata al di là delle più rosee previsioni. Soddisfazione per Gualtieri, espressa dalle parole del dirigente al Media Center giallazzurro.

Davvero una serata bellissima per i colori giallazzurri, tutto perfetto. Da incorniciare nell’album dei ricordi più belli di questa tournée.

«Una serata indimenticabile, le persone presenti sono ben 600. Veramente un bagno di folla. LComunità ciociara si è stretta attorno alla squadra abbracciando non solo il Frosinone Calcio ma tutto il territorio ciociaro. Era proprio quello che volevamo,tra i nostri obiettivi quando abbiamo deciso di portare la squadra qui. Portala ai ciociari-canadesi che vivono qui per una serata sicuramente indimenticabile che rimarrà scolpita non solo nel cuore di questi tifosi d’oltreoceano. Rimarrà a lungo nel cuore, come ho già avuto modo di dire nei giorni scorsi, dei calciatori, della dirigenza. Perché venendo in Canada abbiamo veramente toccato con mano cosa significa l’identità, l’appartenenza ad un territorio di parte di queste Comunità che ci stanno veramente dando un grande esempio, ci stanno insegnando con il loro calore, ci fanno capire come si può essere attaccati alla propria terra. E i valori che trasmettono sono di unità, di compattezza, di amiciziaBasta vedere la felicità nei loro occhi per rendersi conto venendo qui di tutto quello che ho appena detto. Aggiungo un’altra cosa: sono convinto che i ragazzi quando scenderemo in campo lo faranno anche consapevoli che a 9.500 chilometri di distanza c’è un’altra tifoseria,numerosa, che segue il Frosinone con il cuore».

Gualtieri soddisfatto del raggiungimento delle finalità generali di questo percorso che ha portato in Canada?

«Sono stati centrati tutti gli obiettivi, soprattutto quelli sociali, emozionali ed esperienziali che ci eravamo prefissati con una tournée molto particolare, sicuramente a sfondo sociale. Questa serata è il degno completamente di questi giorni qui a Toronto. Ora ci aspetta un’altra serata simile fra un paio di giorni al Windsor con la locale comunità Ciociara, numerosissima, prima di ritornare in Italia e tuffarci nel campionato».

Un insieme di emozioni questa sera, aperte con il cordoglio per la scomparsa di SergioMarchionne e poi con la premiazione di tutti quelli che hanno partecipato all’organizzazione di questo grandissimo evento.

«Sì, è stato molto toccante. Appena entrata la squadra in sala c’è stato il minuto di raccoglimento in memoria di Sergio Marchionne, un grande uomo che ha dato lustro al nostro Paese e che è partito proprio qui da Toronto. E’stato toccante, la Comunità ciociaro e il Frosinone hanno reso omaggio un tributo a Sergio Marchionne. Subito dopo c’è stato l’inno nazionale con la squadra schierata. Momenti molti belli ed ancora raccontarli fanno percepire ancora l’emozione».

Giovanni Lanzi

www.frosinonecalcio.com

Potrebbero interessarti anche...