GUALTIERI: “AFFETTO DEI TIFOSI, STRUTTURA ECCELLENTE, SQUADRA SODDISFATTA. E LO COMUNICHIAMO IN MANIERA PERFETTA”.

Ha creduto nel progetto-Canada sin dal primo giorno. Ne sono trascorsi 365, tanta acqua è passata sotto i ponti della navicella giallazzurra. Il direttore Salvatore Gualtieri è con il Frosinone. Sono sbarcati, ormai da quasi 10 giorni, nell’Ontario. Luogo deputato al ‘buen retiro’ in vista della nuova ed affascinante stagione di serie A.

E proprio con Gualtieri il Media Center del club giallazzurro traccia un primo bilancio, nel mezzo del cammino in terra canadese.

Direttore Gualtieri, ci traccia un primo bilancio dopo la prima settimana di preparazione qui ad Alliston? 

«E’ sicuramente molto positivo dal punto di vista dalla preparazione, ma non solo prettamente sotto il profilo tecnico. Siamo alloggiati in una struttura di grandissimo livello, di altissima qualità, dotata di servizi veramente efficienti, la squadra ed il mister sono particolarmente contenti. Abbiamo trovato una grandissima disponibilità e qualsiasi esigenza viene soddisfatta in tempo reale. Ci hanno messo a disposizione due campi regolamentari in erba perfettamente tenuti. Posso dire che la scelta del Nottawasaga Inn Resort è stata vincente. I calciatori stanno svolgendo una preparazione accurata ed adeguata, il clima è perfetto. Quindi sotto questo aspetto tutto sta filando per il verso giusto. Anche l’aspetto della Comunicazione – prosegue Gualtieri – in questa prima settimana è stato molto positivo. Siamo riusciti e stiamo riuscendo in tempo reale a far vivere come avevamo previsto tutto il ritiro del Frosinone giorno per giorno ai nostri tifosi ed appassionati e a tutti quelli che si collegano sul nostro sito, che vanno sui nostri Social e che condividono questa bellissima esperienza che ci coinvolge tutti qui in Canada. Quindi questa prima parte del ritiro sotto l’aspetto organizzativo, tecnico e della Comunicazione mi sta dando soddisfazione. Al nostro arrivo, lo voglio ricordare, abbiamo visto tanto entusiasmo, lo stesso che ci regala quotidianamente l’impatto con la comunità ciociaro-canadese. E’ tutto  molto emozionante, ha lasciato sorpresi i calciatori e il mister. La Comunità ciociara si è veramente stretta intorno alla squadra, cosa che equivale a dire che si è stretta attorno al proprio territorio. Venendo qui abbiamo esaltato i valori del territorio ciociaro, avvicinandolo a questa gente. Che viene ogni giorno qui al Resort a seguire gli allenamenti con molta discrezione, perché dobbiamo ribadire che la squadra sta lavorando nella massima tranquillità. Tanti i tifosi anche ad assistere alle amichevoli, la Comunità ciociara qui presente ha compreso il messaggio che volevamo dare venendo qui da loro. E credo anche questo impatto emozionale, dall’arrivo al giorno della partenza tutto compreso i giocatori lo porteranno dentro anche al ritorno in Italia». 

Direttore Gualtieri, cosa possiamo dire dopo poco più di una settimana degli obiettivi che si era prefissato il Frosinone per questa tournée? 

«Ritengo che gli obiettivi prefissati da Frosinone Calcio in merito a questa tournée siano stati già raggiunti in parte, la rimanente la raggiungeremo nella seconda settimana. Quando affermo che sono stati raggiunti, mi riferisco al fatto che siamo riusciti a portare la squadra in mezzo alla gente, siamo riusciti a fare due amichevoli e già questa sera (ore 1.30 italiane, ore 7.30 pm in Canada, ndr) ci sarà la terza. E sottolineo, abbiamo disputato due amichevoli con la tribuna stracolma, presenti 1.500 spettatori. E poi siamo riusciti a portare il merchandising ufficiale del Frosinone. È una base di partenza per il progetto di internazionalizzazione del brand del Frosinone Calcio». 

Il suo giudizio invece sulla valenza di questa preparazione in Canada?

«Ecco, questo è un aspetto molto particolare, debbo dire molto innovativo: qui stiamo toccando con mano veramente la valenza e la portata dal nostro evento nella misura della novità che abbiamo creato organizzando una tournée di questo tipo. Nella quale tutti stanno toccando con mano che il Frosinone è venuto qui per promuovere il territorio ciociaro, per favorire gli scambi futuri tra gli sponsor italiani e canadesi, per fidelizzare i tifosi  e far sentire il Frosinone al fianco dei ciociari che vivono qui. Ed anche affiliare Scuole calcio come abbiamo fatto in questi giorni. Quindi una tournée che ha dei contorni molto innovativi, come detto in precedenza. Ma debbo anche aggiungere che tra le innovazioni secondo me c’è anche una Comunicazione del Frosinone Calcio che spazia a 360°. Casa-Frosinone è sempre aperta, qui possono venire e stanno venendo tutte le tv canadesi, tutti i media che vogliono partecipare all’evento e addirittura abbiamo anche dei media locali di Frosinone che ringrazio, come Extra Tv e Ciociaria Oggi che hanno seguito la squadra e vivono praticamente con la squadra. Grazie alla loro presenza stanno promuovendo il ritiro con immagini e con servizi. Ribadisco, tanti gli elementi di innovazione da  questa tournée che noi miglioreremo ogni anno. Ci lavoreremo perché abbiamo visto che questa è la strada giusta». 

Qual è l’elemento di maggior soddisfazione che ha riscontrato finora? 

«Mi devo ricollegare un po’ alla domanda di prima: grande soddisfazione  è sicuramente Media Center. Sapevamo che sarebbe stato un test importante per la struttura, perché un evento di questo tipo va supportato e comunicato in un certo modo ed a certi livelli. Ebbene qui sta dando veramente il meglio di sé, Media Center sta dimostrando il valore, comunicando per il Frosinone Calcio ad altissimo livello tutto quello che qui noi stiamo vedendo giorno per giorno. Stiamo elaborando prodotti innovativi, c’è la Web-Tv che funziona alla grande, c’è Web Magazine che esce tutti i giorni sul sito con interviste a calciatori, addetti, Istituzioni canadesi. Addirittura una chicca: qualcuno avrà seguito la diretta Web Radio delle partite del Frosinone. La prima amichevole è stata seguita da 70 persone, in piena notte e non è cosa da poco. Per la seconda partita addirittura abbiamo raddoppiato i numeri, c’erano 140 persone che seguivano la diretta Web-Radio. Ebbene, questi sono numeri per noi importanti e significativi. Ci fanno capire che la strada è quella giusta e che questo modo nuovo di comunicare il Frosinone a 360° è innovativo e piace ai tifosi e piace alla gente Questo è uno degli elementi di questa prima settimana che mi dà particolare soddisfazione per il Frosinone Calcio».

Giovanni Lanzi

www.frosinonecalcio.com

Potrebbero interessarti anche...