Green: Nasce la Sustainable Innovation Fashion Week.

Al via a Roma il 14 settembre l’edizione zero del primo green fashion event in Italia con focus su creatività e innovazione sostenibile, etica globale e responsabilità civile d’impresa conformi agli SDGs – Sustainable Development Goals dell’ONU.

SIFW è ideata e promossa da Valeria Mangani ex vicepresidente AltaRoma, in collaborazione con Sustainable Fashion Innovation Society, Università Popolare degli Studi di Milano e IAW International Alliance of Women.

L’evento nasce sotto i migliori auspici e beneficia di importanti patrocini istituzionali, come quello del Consiglio Regionale del Lazio che ha fortemente voluto e sostenuto la manifestazione e del Comune di Roma (la visita della Sindaca Virginia Raggi è prevista lunedì per le 18): segnali che lasciano ben sperare per il futuro di un comparto in evoluzione. In finalizzazione anche i patrocini del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero dell’Ambiente.

A livello internazionale, l’Alto Patrocinio del PAM (Assemblea Parlamentare del Mediterraneo) conferma l’attenzione dell’organizzazione sul tema – la sua 2° Commissione Permanente è dedita alla sostenibilità ambientale e al supporto dello sviluppo delle PMI in 29 Paesi – mentre anche il prestigioso Global Sustainability Forum ha concretamente appoggiato la SIFW con l’obiettivo di sostenere i valori che trainano l’export italiano all’estero.

La première di SIFW è innovativa, dal carattere disruptive: già da aprile 2021 la manifestazione si trasformerà in un duplice appuntamento annuale di proposta, ricerca, e confronto. Per affermarsi come lo spazio all’interno del calendario internazionale del fashion system in cui far emergere i più innovativi brand di nicchia del panorama eco-fashion italiano e non – prodotti ad alto contenuto di creatività, ricerca, qualità, innovazione, senza dimenticare la connotazione di sostenibilità in termini di produzione, dal punto di vista sociale, ambientale ed etico.

Tutte le aziende partecipanti presentano una visione di futuro che coniuga design, materiali, tecnologie high-tech; sono selezionate esclusivamente fra quelle in linea con almeno uno dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030.  Moda, borse e scarpe PVC-free, prive di solventi e inquinanti per l’ambiente; aziende tessili di fibre ecosostenibili certificate e filati innovativi antibatterici in fibra d’argento; produttori di accessori in polvere di marmo, onice, graniti, materiali di recupero, legno di sughero e polpa di legno; profumi privi di ftalati, formaldeide e parabeni; gioielli dal design rigorosamente sostenibile, etici e certificati o nati da un avviato o consolidato processo virtuoso all’interno della filiera produttiva. Microsoft for Startups offrirà i suoi programmi di scalabilità per business B2B.

La manifestazione si svolgerà nella stupenda Sublime-La Villa, eletta quartier generale romano della moda etica e dell’innovazione sostenibile, nel rispetto del distanziamento decretato e di ogni norma di sicurezza, al piano nobile e nel parco della dimora d’epoca del 1908 costruita da Luigi Mazzanti su un terreno appartenuto alla famiglia Barberini, che domina la città eterna da Ponte Milvio.

Media partner ufficiale è Triboo con streaming e interviste sui suoi webzines e portali (Greenstyle.it, Wall Street Italia, Fashion Blog, >20mln views). L’evento sarà trasmesso in diretta YouTube sul canale Valeria Mangani Official e sui social di #TheArenaLtd.

In un mondo post-lockdown, alle prese con un virus che rende il futuro, l’economia, e il sistema moda incerti, la moda fatta in Italia, seconda industria manifatturiera del paese, rappresenta un patrimonio da salvaguardare, che nel prossimo futuro sostenibilità, qualità e accessibilità saranno i fattori che faranno rifiorire il settore.
L’ambizioso obiettivo dell’intera manifestazione è creare un marketplace virtuoso per brand di nicchia: produttori artigiani di pregio, micro PMI, artisti manifatturieri e makers, investitori. Sustainable Fashion Innovation Society, incubatore di selezionatissimi brand innovativi, intende inoltre favorire occasioni di green trade e divulgazione della cultura della circular economy, dando vita ad un network virtuoso di tutti i player coinvolti, uniti da una vision condivisa e super aggiornati per affrontare le nuove sfide di mercato.
Visite: 124