GOVERNO. LABRIOLA (FI): PAROLE CONTE SMENTITE REGOLARMENTE DAI FATTI.

(DIRE) Roma, 6 lug. – “Il Decreto semplificazione dopo una serie di rinvii dovrebbe arrivare, il condizionale e’ d’obbligo, in cdm stasera per l’approvazione. Si tratta di un testo che il premier Conte ha definito ‘madre di tutte le riforme'”. Lo afferma, in una nota, Vincenza Labriola deputata di Forza Italia. “E’ bene ricordare le parole del presidente del consiglio: ‘La riduzione della burocrazia e’ il volano per far decollare la crescita economica. Vogliamo aiutare la PA e le imprese a percorrere insieme a noi un cammino di innovazione e trasformazione digitale per rendere l’Italia una Smart nation’ (novembre 2019); ‘Noi ce la stiamo mettendo tutta. Lavorando giorno e notte, e scontando anche le difficolta’ di una burocrazia che in Italia e’ purtroppo un problema. Sia per la crescita economica che per la rapidita’ delle decisioni’ (aprile 2020). Possiamo tranquillamente affermare che fino ad oggi la burocrazia nel nostro Paese non e’ stata affatto ridotta anzi durante l’emergenza Conte si e’ circondato di task force ed esperti che non hanno fatto altro che alimentare quella burocrazia che si intendeva, a parole, snellire. Della Smart nation non v’e’ traccia: l’Italia e’ ancora molto indietro a livello digitale, una lacuna enorme per un paese avanzato. Nell’aprile 2020 Conte ce la stava mettendo tutta per la crescita economica e per prendere in fretta delle decisioni. Peccato che siamo arrivati a luglio e non riusciamo ad immaginare una crescita economica e neppure una rapidita’ nelle scelte. La verita’ e’ che Conte e’ molto abile nel parlare, nel promettere, nel rimandare ma l’Italia ha bisogno di risposte concrete e immediate. Il governo e’ diviso su tutto, e’ solo la paura del voto che tiene uniti i giallorossi che sanno perfettamente che gli elettori sceglierebbero il centrodestra per risollevare l’Italia dal pantano in cui sta sprofondando”, conclude.

Agenzia DiRE  www.dire.it

Visite: 115