GOVERNO. DI MAIO: ACCORDI PROGRAMMA GRANDE OCCASIONE, IN UE A TESTA ALTA.

FIRMA DI PROGRAMMI DI RIQUALIFICAZIONE PER FROSINONE, VENEZIA E GELA (DIRE) Roma, 23 ott. – “Quella degli accordi di programma e’ una grande occasione per le regioni di fare squadra con il governo e rilanciare aree che sono diventati deserti industriali”. Cosi’ il vice premier Luigi Di Maio in occasione della sigla di tre accordi per la riconversione e riqualificazione di aree di crisi industriale complessa di Frosinone, Gela e Venezia, sottoscritti anche dal presidente del Veneto Luca Zaia, dal Lazio Nicola Zingaretti e dall’Assessore della Regione Siciliana Girolamo Turano. Aree, osserva il ministro dello Sviluppo e Lavoro, che saranno rilanciate “mettendo al centro le imprese, io credo nel valore delle imprese ed e’ grazie a nostri imprenditori che possiamo andare in Europa a testa alta perche’ siamo la seconda forza manifatturiera e ci devono rispettare”- L’obiettivo degli Accordi e’ quello di riqualificare le aree attraendo nuovi investimenti, promuovendo iniziative imprenditoriali per la reindustrializzazione dei siti produttivi esistenti, favorendo l’aggregazione delle PMI locali e la loro collaborazione con le grandi imprese. Sono inoltre previsti degli strumenti agevolativi per la formazione e il reimpiego dei lavoratori delle aree di crisi interessate. Quello per Frosinone e’ un progetto che interessa 46 Comuni di cui 37 della Provincia di Frosinone e 9 della Citta’ Metropolitana di Roma. L’accordo, spiega il Mise, ha l’obiettivo di rafforzare il tessuto produttivo esistente attraverso la riqualificazione delle produzioni, la reindustrializzazione dei siti produttivi dismessi e il riposizionamento competitivo delle filiere maggiormente presenti sul territorio. Il MiSE ha previsto un finanziamento di 10 milioni di euro. Quello per Gela ha l’obiettivo di potenziare la dotazione infrastrutturale dell’area, rafforzare il tessuto produttivo e lo sviluppo della logistica, attrarre nuovi investimenti finalizzati alla diversificazione produttiva. Finanziamento previsto 15 milioni di euro, a cui si aggiungono 10 milioni di euro stanziati dalla Regione Siciliana. Infine per l’area di crisi industriale di Venezia il MiSE ha previsto un finanziamento di 20 milioni di euro.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 27

Potrebbero interessarti anche...