GENZANO: GABBARINI: “Dobbiamo tornare a potenziare il sociale”. Oggi altro incontro a Genzano Vecchia.

“Abbiamo sempre avuto massima attenzione per il sociale ma bisogna investire più risorse – ha dichiarato Gabbarini -. La ripresa dopo il lockdown non è affatto facile ed i dati ISTAT non sono incoraggianti”. “Quando eravamo al governo cittadino investivamo 240mila euro per l’assistenza domiciliare, che sono stati poi abbassati a 50, ledendo le tante persone anziane e i disabili che usufruivano di un servizio importantissimo”.
“Aiutavamo tantissime famiglie in difficoltà, tra cui i genitori che non riuscivano a pagare la mensa scolastica, con uno stanziamento di 30mila euro. C’è bisogno di far funzionare meglio la macchina amministrativa, per poi tornare a potenziare il sociale. È stato un errore, ad esempio, abolire le 30 borse lavoro che permettevano a persone in difficoltà di rendersi utili. Dobbiamo fare in modo, allora, che chi percepisce il reddito di cittadinanza venga impiegato, con le dovute garanzie, nello svolgimento di lavori utili alla città”.
Temi e progettualità concrete che Flavio Gabbarini porterà anche nell’incontro previsto per oggi, martedì 14 luglio, nel borgo dietro il Palazzo Sforza Cesarini alle ore 19, per confrontarsi coi residenti della zona di Genzano Vecchia, per il rilancio del quale sono tante le idee della coalizione che lo sostiene.  
Visite: 72

Potrebbero interessarti anche...