Frusone (M5S) “Sanità: Finalmente Zingaretti butta giù la maschera ma i consiglieri del PD locale dovrebbero forse cercarne una per nascondersi dai cittadini”.

movimento 5 stelleFrosinone 21/07/2015 _ “Dopo gli eventi degli ultimi giorni, dopo la sua affermazione sulla pericolosità dell’ospedale di Alatri, Zingaretti ha finalmente calato la maschera. Tutte le opere di persuasione e tutti i consigli che arrivavano dal territorio non cadevano nel vuoto, come volevano far credere ai cittadini di questa Provincia, per colpa del Direttore Generale Mastrobuono, utilizzata dal PD come parafulmini, ma cadevano nel vuoto perché il piano di Zingaretti e del PD è sempre stato quello di impoverire la Provincia.”– a denunciarlo è il Deputato 5 Stelle Frusone che continua – “Le proposte fatte per cercare di migliorare le condizioni della sanità locale, sono state innumerevoli, una su tutte quella di utilizzare i soldi destinati a pagare le prestazioni straordinarie, per assumere invece nuovi medici, vista la carenza di personale. Beh, la risposta è sempre stata negativa, giustificata dalla “scusa” del commissariamento, un commissariamento, non dimentichiamocelo, dovuto alle pessime gestioni della sanità dei vari Storace, Marrazzo, Polverini ed ora di Zingaretti. Il paradosso è che abbiamo speso di più per avere di meno e Zingaretti, come tutti quelli che l’hanno preceduto non ha fatto altro che dispensare promesse, brandendole come armi elettorali, tutte inutili, tutte completamente disattese, una presa in giro dietro l’altra verso i cittadini e i propri elettori. Come dimenticare ad esempio la promessa del DEA di II° livello. Per come stanno le cose oggi, non si sa nemmeno se la rete ospedaliera riuscirà a garantire i minimi livelli di assistenza.” – e conclude – “Il lavoro che il Movimento 5 Stelle ha svolto in questi 2 anni in Regione ha dimostrato tutta l’inadeguatezza del piano sanitario di Zingaretti rispetto alle reali esigenze del territorio della provincia. Il PD la sua opera di distruzione l’ha portata a termine ora aspettiamo solo l’occasione per dimostrare come si dovrebbe governare una Regione senza dover far tagli ai servizi per i cittadini, ma riducendo i veri sprechi.”

Visite: 48