Frosinone: Il cimitero del capoluogo versa, nelle parti più vecchie, in un degrado ingiustificabile.

Il cimitero comunale di Frosinone non dà certo l’idea di un luogo decoroso, dove i familiari, possono andare a porre un fiore ai loro defunti senza notare il degrado e l’incuria che li circonda. Richiede maggiore impegno e attenzione da parte dell’amministrazione comunale. La segnalazione arriva da Paolo Cioè. Sono ben visibili, soprattutto nella zona vecchia del luogo di culto, risalente sessantatré anni fa, alcune crepe come ci dimostra l’immagine, a causa delle radici degli arbusti cresciuti spontanei negli anni, segno evidente di una scarsa manutenzione presente da tempo. Prosegue Cioè: “Ritengo che la civiltà di un popolo passi dal rispetto che riserva ai suoi morti. Una città che non riesce a garantire questi servizi minimi di civiltà, è una città che ha smarrito il senso delle priorità e direi, anche di alcuni tra i valori fondanti della nostra cultura. Nei piani superiori di alcuni fabbricati l’acqua arriva con il contagocce. Ci sono poi in alcuni punti diversi discendenti in plastica per la raccolta delle acque piovane rotti. Bisogna intervenire con decisione su queste criticità ripristinando prima di tutto le minime condizioni di decoro del cimitero e impegnandosi, poi ad andare incontro alle richieste di una città che pretende di avere servizi adeguati anche nei luoghi dedicati al ricordo di chi non c’è più.

Paolo Cioè

Potrebbero interessarti anche...