FROSINONE ANCORA UNA SCONFITTA ALLO STIRPE, VINCE IL VENEZIA 1-2,

Nesta manda in campo: FROSINONE (4-3-3): Bardi, Salvi, Szyminski, Capuano, Zampano; Boloca, Carraro, Kastanos; Brignola, Novakovich, Rohdén. Zanetti risponde con VENEZIA (4-3-1-2): Lezzerini; Mazzocchi, Modolo, Ceccaroni, Felicioli; Crnigoj, Taugourdeau, Maleh; Di Mariano; Forte, Johnsen. 02° possesso palla della squadra ciociara. 05° vento forte allo Stirpe; 10° Canarini cercano di alzare il baricentro, 13° Veneti alzano il baricentro e fanno quello che vogliono specialmente quando hai davanti due punte forti come Forte e Di Mariano.Il Frosinone non crea gioco, è sempre disordinato, sulle seconde palle arrivano sempre i veneti. dopo aver cambiato mezza squadra siamo sempre con gli stessi problemi, squadra che non riesce a costruire nulla anzi la situazione è peggiorata; I calciatori aspettano sempre che prima o poi il gol arriva, ma di solito non arriva e basta subire un gol e siamo onestamente spacciati; basta un errore e prendiamo un gol, a quel punto siamo già spacciati e cominciamo a peggiorare la situazione. 15° occasione per il Venezia, cross di Felicioli in area di testa staccca Forte che manda di poco fuori. 20° il portiere del Venezia Lazzerini è costretto ad uscire su fallo in attacco di Novakovich entra Pomini. 28°Di Mariano crossa in area, nullla di fatto. 36° Johnsen tiro ad incrociare che esce di poco. 38° Il Frosinone non riesce a fare un tiro decente, nessun tiro nello specchio della porta avversaria. Al 48° il Venezia si porta in vantaggio con un bel gol di Forte. Nell’intervallo Sostituzioni Frosinone – Entra il nuovo acquisto Iemmello al posto di Novakovich; e Tribuzzi per Boloca. Nel secondo tempo le cose non cambiano, Frosinone titubante e Venezia che ora imposta il gioco con contropiedi micidiali, Il Frosinone osserva non riesce  a fare 2 passaggi di seguito. Il Frosinone in questa fase cerca di recuperare lo svantaggio, ma è al 55° che le speranze canarine cadono in frettta, raddoppio del Venezia con Di Mariano e il Frosinone non c’è  in questa partita, si riesce solo ad accorciare il risultato, cross in area salvi svetta su tutti palla in rete, spinta in ultimo da Iemmello con la punta della scarpa. Poca cosa per una squadra che dovrebbe stare fra le prime ed invece è a metà classifica.  A vedere la partita c’era Gigi Di Biagio, chissà se c’è un cambio in vista?

(lettori 190 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: