Fontana Liri…ca 2019.

“… Desidero mandare a tutti un grazie per l’incanto della serata… per quella complicità divertente e divertita degli artisti che nella loro professionalità hanno saputo coniugare, modulare, evocare fra terra e cielo, emozioni, passioni… le tante note della vita…”.
Con le belle ed entusiastiche parole di una spettatrice a commento dell’edizione di Fontana Liri…ca 2018 si è aperta la tredicesima edizione del festival fontanese ideato dall’ indimenticabile Giuseppe Pistilli e portato avanti e fatto crescere con dedizione e cura dall’instancabile Direttore Artistico Moreno Bianchi.
E l’incanto si è ripetuto per il tredicesimo anno consecutivo. Il pubblico, accorso numeroso nella suggestiva piazzetta, ha assistito in religioso silenzio alle performances degli artisti.
Bellissima e bravissima come sempre la musa ispiratrice dell’evento, il celebre soprano Maria Luigia Borsi, che torna sempre nel suo paese natale con gioia, come ha confidato ai presenti nelle dolcissime parole di saluto al termine dello spettacolo.
L’edizione 2019 sarà ricordata per la presenza di un’altra straordinaria artista, originaria di Anagni, che al pari di Maria Luigia dona lustro alla terra ciociara: l’étoile internazionale Petra Conti.


Un’ovazione ha salutato il suo attesissimo ingresso in scena. La ballerina ha danzato “La morte del cigno” sulle note del brano “Il Cigno”  di Camille Saint Saëns. La sua esibizione ha lasciato il pubblico estasiato, rapito dalla sua leggiadria e dall’intensità espressiva per la quale è stata definita “l’Anna Magnani della danza”.
Ma altri artisti hanno contribuito a rendere indimenticabile la serata presentata dalla giovane Maria Laura Leone: il tenore
Salvatore Cordella, che ha duettato con Maria Luigia interpretando Nemorino dall’Elisir d’amore di Donizetti, e due giovani talenti lirici, il tenore Paride Cataldo e il soprano Miriam Cicotti. Si sono alternati in brani solistici e duetti in un crescendo che ha conquistato il pubblico presente.
Ad intrecciare le varie esibizioni è stata poi la verve ironica e divertente del Duo Baldo, con il violinista Brad Repp e l’attore-pianista Aldo Gentileschi.
Il pubblico li adora ed i riscontri sono unanimi: con la loro bravura e la loro simpatia riescono a coinvolgere tutti avvicinando anche i profani alla musica classica.
Non sono mancati alcuni brani del nobile repertorio partenopeo intonati dal pizzaiolo/cantante Gianfranco Iervolino accompagnato dalle note della sua chitarra.
I musicisti della serata sono stati, oltre al già citato Duo Baldo,
il giovane valente pianista Stefano Teani, poliedrico musicista e compositore, e la giovane oboista, Roberta Ruffini.
È tornato ad esibirsi per la terza volta a Fontana Liri…ca il coro polifonico Collegium Musicum Vox Angeli, diretto dal maestro Fabio Pantanella, in un’esperienza che si rivela ogni volta più intensa ed emozionante.
La corale va inanellando esperienze prestigiose grazie all’opportunità di tali collaborazioni con finalità artistiche e filantropiche. Il prossimo appuntamento da non mancare è già fissato il 16 settembre con un concerto di beneficenza nel chiostro del Castello Boncompagni Viscogliosi di Isola del Liri.
Tutte le Muse hanno ispirato la serata: il canto, la musica, la danza, il melodramma… tutte hanno rinnovato la magia.

Visite: 86