FIAT; ABBRUZZESE: FARE IN FRETTA NELL’APPLICAZIONE DEGLI INTERVENTI PER LO SVILUPPO E L’OCCUPAZIONE DELL’INDOTTO.

fiat cassinoOccorre agire in modo veloce per mettere in pratica nel minor tempo possibile gli interventi per il sostegno allo sviluppo ed all’occupazione nelle aree interessate dalla crisi dello stabilimento FIAT di Piedimonte S.Germano previsti dalla legge 46/2002”. Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, vice presidente della Commissione PMI nel suo intervento all’interno del  tavolo di confronto tra tutti gli attori politici ed economici del territorio sulla Legge Regionale n.46/2002, ancora in corso presso la sala Aniene della Regione Lazio.

“Il piano operativo a sostegno della FIAT e relativo indotto prevede un intervento di 4 milioni e 600 mila euro per le infrastrutture e le imprese. Di cui ,un milione e quattrocento per le infrastrutture e viabilità e 3 milioni e duecento mila a favore dello start up d’impresa e del sostegno alle aziende.

In questo particolare momento storico occorre mettere da parte i colori della politica per dimostrare che le istituzioni possano diventare attori strategici per l’ economia del territorio. Ma, soprattutto, per essere pronti a recepire adeguatamente i segnali positivi lanciati da Marchionne per quanto concerne gli investimenti negli stabilimenti italiani e relativi all’Alfa Romeo.

Abbiamo il compito di mettere in campo non solo competenza, ma anche velocità nelle azioni, ed è proprio da qui che passa il rilancio dell’economia. Ricordo, infatti che nello stabilimento Fiat di Piedimonte S. Germano si lavora soltanto cinque giorni al mese. Ciò depontenzia, senza ombra di dubbio, il nostro territorio ed ha ripercussioni negative anche sull’andamento dei consumi”. Ha concluso Abbruzzese.

Visite: 33