Ferentino: interrogazione revoca appalto.

Al Sindaco del Comune di Ferentino

Al Presidente del Consiglio Comunale di Ferentino

**

Al Prefetto di Frosinone S.E. Ignazio Portelli

Alla Procura della Repubblica di Frosinone

Alla Procura della Repubblica di Roma

Alla Procura della Corte dei Conti di Roma

All’Autorita’ Nazionale Anticorruzione – Vigilanza Contratti Pubblici

Inoltro a mz. pec

Ferentino, li 14 Ottobre 2019

Oggetto: Interrogazione a risposta scritta e urgente – Istanze di “Restituzione somme e risoluzione contrattuale Contratti di Subconcessione di loculi” (“vendita sulla carta” su progetto non definitivo ampliamento project financing) e accesso atti in copia.

Il sottoscritto Consigliere comunale Maurizio Berretta, Capogruppo del gruppo consiliare Lega Salvini Premier, nell’esercizio delle proprie funzioni e nella fattispecie dell’Art.35 del Regolamento del Consiglio comunale e degli altri organi istituzionali

Premesso che:

dal mese di Marzo 2019 il Comune di Ferentino, e’ stato “travolto” dalla nota vicenda giudiziaria, che ha portato a partire dal mese di Marzo 2019, all’arresto di 6 persone tra cui un Consigliere comunale di maggioranza con delega al project financing avente ad oggetto l’ampliamento del Civico Cimitero e dell’ex assessore comunale alla manutenzione; agli stessi sono stati contestati diversi reati riconducibili al project financing per l’ampliamento del cimitero comunale;

– nel mese di Giugno 2019 e’ emerso dai maggiori organi d’informazione che i legali rappresentanti della Scamo srl, societa’ aggiudicatrice dell’appalto pubblico per la progettazione, la realizzazione e la gestione, in regime di concessione, dell’intervento di ampliamento del Cimitero comunale di Ferentino, da realizzarsi in project financing, sono stati indagati per corruzione nella stessa vicenda giudiziaria;

– numerosi Cittadini di Ferentino, nel periodo riconducibile a Marzo/Maggio 2018, in concomitanza con la campagna elettorale per le elezioni comunali, hanno versato nelle casse della societa’ appaltante Euro 250.000,00 circa per “acquistare sulla carta” e su un “progetto non definitivo” loculi e/o cappelle cimiteriali;

– i Cittadini hanno sottoscritto scritture private già predisposte unilateralmente e affette da vizi di nullità e/o annullabilità contrattuale sia sotto il profilo soggettivo sia sotto il profilo oggettivo; la sottoscrizione delle scritture private di natura privatistica avveniva all’interno degli Uffici comunali con accesso sempre consentito, presso gli stessi uffici, anche al di fuori del classico ricevimento pubblico;

– detti Cittadini, poiché nulla di quanto loro promesso ed oggetto del contratto/scrittura privata di concessione, è stato ad oggi realizzato per esclusiva responsabilità della società concessionaria in solido con il Comune di Ferentino, sono molto preoccupati, anche per il continuo evolversi della situazione processuale in esame, e stanno sicuramente subendo dei danni patrimoniali e non patrimoniali;

– detti danni sono sicuramente riconducibili alla mala gestio sia del rapporto contrattuale tra cittadino e concessionario, sia nel rapporto cittadino e Comune, il quale come P.A. avrebbe dovuto anche in via preventiva e cautelativa, vigilare sull’adempinento , sulla trasparenza e sul buon andamento dei lavori oggetto del project financing in questione;

– ad oggi non c’è alcuna garanzia per i Cittadini istanti circa la realizzazione degli immobili per i quali ne è stata richiesta la concessione d’uso, e che sussiste pienamente il pericolo della perdita dei soldi già versati;

– il Comune di Ferentino, in persona del Sindaco pro tempore, ad oggi nulla ha posto in essere per tutelare, anche con azioni di natura legale, informare e rassicurare concretamente e sostanzialmente, se non in via generica e mediante rinvii approssimativi privi di alcun fondamento logico giuridico, i Cittadini istanti quali parti contrattuali come meglio sopra indicato;

– alla data odierna i lavori di ampliamento del Cimitero comunale di Ferentino, da realizzarsi in project financing, non risultano iniziati

Considerato:

che le ultime “Richieste di rimborso e risoluzione contrattuale”, inoltrate dai Cittadini presso la sede della societa’ concessionaria, con raccomandata Ar, non sono state ricevute e per “compiuta giacenza” restituite al mittente

INTERROGA IL SINDACO

  1. Per sapere le azioni che ha posto in atto per tutelare l’esercizio di “Richiesta di rimborso delle somme e della risoluzione contrattuale” da parte dei Cittadini coinvolti in tale incresciosa vicenda;

  2. I motivi per i quali la societa’ concessionaria non ritira le stesse raccomandate ar;

  3. Quale organo politico o settore amministrativo del Comune ha autorizzato l’utilizzo degli uffici comunali per la sottoscrizione dei contratti di natura privata, tra ditta ed utente privato, per la sub concessione dei loculi e/o cappelle cimiteriali;

Inoltre,

CHIEDE

cosi’ come previsto dalla normativa vigente, per l’esercizio delle funzioni di Consigliere comunale, il rilascio in copia della seguente documentazione:

  • Elenco dettagliato dei nominativi che hanno sottoscritto le scritture private di sub concessione di loculi e/o cappelle cimiteriali;

  • Atto autorizzativo alla Scamo srl/Sdp Ferentino srl per l’uso degli uffici comunali per le operazioni di sottoscrizione delle scritture private di sub concessione di loculi e/o cappelle cimiteriali.

Si chiede inoltre, ai sensi dell’Art.35 del Regolamento del Consiglio comunale e degli altri organi istituzionali, RISPOSTA SCRITTA ed URGENTE.

Con Osservanza

Visite: 81