FCA. LANDINI: NON SI RIDUCANO OCCUPATI, GOVERNO INTERVENGA.

(DIRE) Roma, 28 mag. – “Oggi nel settore auto senza grandi investimenti e senza alleanze strategiche non si va da nessuna parte”. Cosi il segretario della CGIL Maurizio Landini commenta a Radio Capital la fusione Fca-RenaulT, osservando che “c’e’ bisogno anche di un intervento pubblico. In tutto il mondo- osserva- questo settore per potersi sviluppare ha sempre avuto bisogno anche delle politiche pubbliche” Landini sottolinea che “sono dieci anni che nessun governo italiano si occupa di questo problema: sarebbe utile che ci fosse l’attivazione di un tavolo per discutere di tutte le evoluzioni del settore della componentistica”. Insomma il sindacalista invoca un intervento pubblico: “Io non ho nulla da obiettare rispetto al ruolo che potrebbe avere cassa depositi e prestiti o altri soggetti” e che “si possa costituire una agenzia per lo sviluppo che sia in grado anche di orientare determinate politiche”. Tornando alla fusione “benissimo se non si chiudono stabilimenti ma bisognerebbe dire una cosa in piu’, cioe’ che devono lavorare tutti quelli che ci sono in Italia, perche’ non si devono ridurre i livelli occupazionali”, conclude Landini.

Visite: 43

Potrebbero interessarti anche...