FCA. CIACCIARELLI (FI): “QUADRO DESOLANTE. ZINGARETTI E DI MAIO ASSENTI INGIUSTIFICATI. APRANO GLI OCCHI!”

“Cassa integrazione in aumento e buste paga ridotte al minimo. Questo il quadro dello stabilimento Fiat Chrysler  di Piedimonte San Germano.  Si prospetta un dramma nel dramma perché i sindacati che hanno preso parte alla consulta dei sindaci del Cassinate hanno definito la situazione molto grave, e tutto questo andrà a ripercuotersi sull’intera economia del territorio. La cassa integrazione per 3000 lavoratori è quasi terminata, poi non ci saranno più altri ammortizzatori sociali. Non c’è più tempo da perdere, parliamo del faro dell’Industria automobilistica del Lazio Meridionale e di migliaia di posti di lavoro a rischio. Zingaretti dov’è in tutto questo? Dorme ? Avrebbe dovuto convocare i vertici aziendali della Fiat Chrysler e promuovere un incontro con il ministro del Lavoro, al quale, in tempi non sospetti, il sottoscritto aveva già scritto per scongiurare gli effetti del provvedimento noto come “ecotassa”. Il mio avvertimento è stato ignorato. Spero che almeno questa volta Luigi Di Maio apra gli occhi sulla gravità della faccenda. Il suo compito è quello di tutelare e difendere il lavoro: ebbene, è ora che lo faccia!”

Si è espresso così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio  Pasquale Ciacciarelli (FI) sulla crisi dell’indotto FCA di Piedimonte San Germano.

Visite totali:22
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...