FASE 2. SINDACATI: APERTURA SCUOLE SARDE FUORI DA AGENDA POLITICA.

CONFEDERALI SCRIVONO A SOLINAS: SERVE INCONTRO URGENTE   (DIRE) Cagliari, 30 mag.“Dall’agenda politica sarda sembra scomparso il tema della ripresa delle attivita’ scolastiche e formative, e si registra un grave ritardo nell’elaborazione di un piano di interventi finalizzato a preparare il riavvio delle lezioni a settembre, in completa sicurezza per tutti”. Cosi’ i segretari regionali di Cgil, Cisl e Uil- Michele Carrus, Gavino Carta e Francesca Ticca- in una lettera inviata oggi al presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas, nella quale i confederali chiedono un incontro urgente sui temi dell’istruzione.  “L’esperienza di questi tre mesi puo’ trasformarsi in un’occasione per migliorare un servizio che costituisce un diritto fondamentale di cittadinanza, ma anche una chiave essenziale di sviluppo sociale e economico- sottolineano-. Vorremmo discutere prioritariamente della necessita’ di un censimento delle strutture, per l’avvio di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria. Il secondo punto riguarda la creazione di una commissione regionale. L’auspicio e’ che venga convocato al piu’ presto un confronto su questo e su tutti gli altri temi strategici per la ripresa del sistema economico e sociale. I sindacati hanno finora mostrato grande senso di responsabilita’ e dato prova di volonta’ di collaborazione, ci aspettiamo altrettanto da chi governa”.

Agenzia DiRE  www.dire.it

Visite: 157

Potrebbero interessarti anche...