EX ILVA. LABRIOLA (FI): GOVERNO NON SI NASCONDA DIETRO ACCORDI SECRETATI.

(DIRE) Roma, 5 lug. – “Non sono bastati dodici decreti, la vendita dell’Ex Ilva, la vittoria politica dei 5Stelle che doveva cambiare le sorti di Taranto, ne’ tanto meno le passerelle di Conte nello stabilimento o gli annunci di Patuanelli e il non pervenuto Costa, per dare un barlume di speranza e di prospettiva di salute e di lavoro ai cittadini e al comparto siderurgico”. Lo dichiara in una nota, Vincenza Labriola, deputata di Forza Italia. “Oggi a Taranto- aggiunge- sindaco ed enti locali hanno firmato un documento per chiedere al Governo di chiudere definitivamente i rapporti con ArcelorMittal che non ha mantenuto alcuna delle promesse fatte proprio mentre il vento e la pioggia odierni, hanno provocato la diffusione di polveri sul quartiere Tamburi e poi su tutta la citta’, a dimostrazione che i problemi atavici di salute del territorio sono ancora tutti li'”. “Il documento firmato dai sindaci e dagli enti locali- continua Labriola- sottolinea proprio l’assenza del Governo sulla crisi piu’ delicata che esiste in Italia, dove l’esecutivo non ha una visione e una idea di cosa fare. In due anni dall’avvento dei governi Conte la situazione e’ ulteriormente peggiorata, una crisi non gestita che ha permesso ad ArcelorMittal di prendere scelte unilaterali a scapito dei lavoratori, degli imprenditori e lavoratori del l’indotto cosi’ come sulla salute dei cittadini. Resta intollerabile che i cittadini continuino a subire i danni ambientali e i conseguenti danni sanitari, i tarantini sono stanchi e preoccupati”. “Il trio Conte, Patuanelli e Costa non puo’ piu’ nascondersi dietro gli accordi secretati con ArcelorMittal, devono renderli pubblici. Il governo Conte- conclude la deputata di Fi- deve prendere decisioni immediate e concrete per non far morire i tarantini nell’indifferenza generale”. 

Agenzia DiRE  www.dir.eit

Visite: 91

Potrebbero interessarti anche...