EX ILVA, LA MINISTRA PER IL SUD (M5S) PUNTA SULLE COZZE PER SALVARE POSTI DI LAVORO. D’UVA E ARENARE (Forza Nuova): “INCOMPETENTE COME POCHI”.

In questi giorni tiene banco il caso dell’ex Ilva, dopo che Arcelor Mittal, multinazionale franco-indiana, ha depositato in tribunale la rescissione del contratto di gestione, con la conseguente chiusura del più grande stabilimento siderurgico europeo.
Barbara Lezzi, parlamentare del Movimento 5 Stelle dal 2013 ed attuale ministro per il sud, non ha fatto attendere le proprie proposte per rilanciare l’economia di Taranto, dichiarando di voler puntare sulla mitilicoltura, ovvero l’allevamento delle cozze.
Prontamente arriva la dura replica di Giustino D’Uva, dirigente di Forza Nuova: “Barbara Lezzi incarna il peggio del Movimento 5 Stelle; è incompetente ed ignorante come pochi, eppure riveste un ruolo di rilievo, come quello di ministro per il sud.
E’ noto a tutti, addetti ai lavori e non, che la chiusura dell’ex Ilva di Taranto rappresenta una disgrazia per la Puglia, poichè sono a rischio oltre 10000 posti di lavoro. Secondo la Lezzi, invece, non c’è di che preoccuparsi, perché basterebbe reimpiegare la forza lavoro nella coltura delle cozze.
E’ pleonastico sottolineare che si tratta di una bufala incredibile, perché per fatturare oltre 2 miliardi, quanto ha fatturato l’Ilva gli anni scorsi, non basterebbe il doppio della produzione delle cozze di tutta Europa.
PEr cui le dichiarazioni della Lezzi sono a dir poco indegne, oltre che irrispettose di una sitazione drammatica per tutto il Meridione; terra meravigliosa che, però, per funzionare necessiterebbe di persone idonee e competenti al timone”.
Gli fa eco Valerio Arenare, membro dell’ufficio politico di FN: “La Lezzi è una professionista della gaffe; ricordiamo lo scandalo dei rimborsi in cui rimase coinvolta dopo aver mancato di versare una parte del suo stipendio, violando il regolamento vigente per il parlamentari a 5stelle.
O si citi quando, coinvolta in un caso di parentopoli per aver assunto la figlia del compagno alla Camera, si giustificò accampando il pretesto che è una prassi normale assumere parenti e conoscenti.
E adesso, come se non bastasse, tira fuori le cozze come il rimedio alla crisi della siderurgia in Italia.
Insomma, la Lezzi farebbe bene a tacere; d’altro canto, il Sud non merita un simile livello di bassezza, per cui ci batteremo affinché la stagione dell’incompetenza, targata 5stelle, cessi al più presto”.

Ufficio Stampa Forza Nuova

Via Giovanni Paisiello, 40 – 00198 Roma
mail: ufficiostampa@forzanuova.info

area stampa: Press Kit Forza Nuova

facebook: ForzaNuova

Visite totali:272
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...