EX ILVA. FRATOIANNI (LEU): BENE GOVERNO, SCHIENA DIRITTA CON MITTAL.

(DIRE) Roma, 5 dic. – “Io credo che abbiano fatto bene il governo e il ministro Patuanelli a tenere la schiena diritta di fronte alla proprieta’ Arcelor Mittal, perche’ quello che hanno fatto e’ inaccettabile, utilizzando un espediente per rivelare il loro vero obiettivo che ora e’ sotto gli occhi di tutti: Arcelor Mittal e’ andata a Taranto non per comprare un’azienda per rilanciarla sul piano industriale bensi’ per comprare quote di mercato e sottrarle ai competitori”. Lo afferma Nicola Fratoianni di Sinistra Italiana-Leu dai microfoni di RaiNews nel corso della trasmissione Studio24. “Ora, di fronte ad una proposta di Arcelor Mittal non solo di ristrutturazione che ha dei costi sociali pesantissimi, ma che di fatto- prosegue il parlamentare di Leu- e’ anche l’annuncio dell’estinzione della presenza industriale nel nostro Paese nel settore strategico dell’acciaio, io penso che il governo e lo Stato italiano debbano intervenire direttamente. Il tema della nazionalizzazione, di cui parliamo non da oggi, o comunque un intervento pubblico massiccio resta l’unica soluzione per garantire 3 cose”. “Non solo la certezza nel futuro per chi rischia di perdere il proprio posto di lavoro- conclude Fratoianni- ma condizione anche per tenere insieme ambiente e salute. Di fronte al disastro ambientale che quella fabbrica produce da 50 anni, ci vuole un interesse generale che sappia ponderare l’equilibrio tra profitto e la tutela della salute e della vita delle persone. E infine garantire il sistema industriale di questo Paese”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 85