EX ALCOA. VERTENZA SI COMPLICA, A RISCHIO 100 LAVORATORI.

ZEDDA: SIDER ALLOYS FACCIA CHIAREZZA, STOP TENTENNAMENTI (DIRE) Cagliari, 27 giu. “La vertenza ex Alcoa deve essere risolta in modo definitivo, senza ulteriori tentennamenti”. Cosi’ l’assessora al Lavoro della Regione Sardegna, Alessandra Zedda, dopo la manifestazione di oggi, davanti ai cancelli della fabbrica Sider Alloys di Portovesme, di 20 operai ai quali non e’ stato rinnovato il contratto in scadenza, e di altri 85 lavoratori che da lunedi’ prossimo ricorreranno agli ammortizzatori sociali. “La situazione che vede coinvolti circa 100 lavoratori in attesa di una proroga della cassa integrazione, e di chiarezza e concretezza per la definizione da parte dell’azienda sul futuro del polo industriale del Sulcis Iglesiente, comporta un’attenzione particolare da parte di questa giunta- le parole della vice presidente della Regione-. Bisogna dare finalmente una prospettiva di lavoro a lungo termine. Il passaggio ostativo sulla firma dell’accordo con Enel per il prezzo dell’energia sembrava ormai superato, mentre tuttora si rilevano ritardi che complicano la posizione dei lavoratori. Nell’interesse degli stessi e’ auspicabile che l’Ente sciolga il nodo della fornitura energetica nel piu’ breve tempo possibile”. I rappresentanti delle organizzazioni sindacali hanno chiesto questa mattina un ulteriore incontro con i vertici dell’ex Alcoa, che dovrebbe essere fissato per giovedi’ 2 luglio, “data in cui- sottolinea Zedda– ci aspettiamo una risoluzione definitiva della vertenza. Ricordo che governo e Regione, in una unita’ di intenti e condivisione degli obiettivi, si sono impegnati a superare le criticita’ rappresentate dalla societa’ svizzera in modo tale da salvaguardare, in primo luogo, l’occupazione nel territorio sardo”.

Agenzia DiRE  www.dire.it

Visite: 195