EMBRACO. LEGA: PER NOI PRIMA LAVORATORI E NON MULTINAZIONALI.

(DIRE) Roma, 20 feb. – “La Lega e’ al fianco di Daniele Simoni l’operaio della Embraco che dopo 25 anni di lavoro si vede chiudere la fabbrica e rovinare la vita senza nemmeno uno straccio di trattativa. A lui e a tutti gli altri dipendenti che sono nella stessa situazione va la nostra piu’ sincera solidarieta’. L’ennesima porcata permessa dall’Europa e da un governo di sinistra che ha difeso solamente gli interessi di lobby e multinazionali che usufruiscono di finanziamenti pubblici e incentivi statali e poi danno il ben servito al nostro Paese delocalizzando e licenziando in tronco migliaia di lavoratori. Questa non e’ politica per i cittadini, ma vera e propria carne da macello! Uomini e donne usati come mero strumento di guadagno senza il minimo rispetto della persona. La Lega a questo gioco al massacro non ci sta e una volta al governo avra’ come priorita’ proprio quella di difendere il lavoro e la dignita’ di ogni singolo lavoratore”. Cosi’ i capigruppo di camera e senato Massimiliano Fedriga e Gian Marco Centinaio.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 46

Potrebbero interessarti anche...