Ecco gli eletti del centrosinistra in Emilia-Romagna: assessori confermati.

di Andrea Sangermano

Il quadro degli eletti del centrosinistra all’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna, con tante conferme e qualche esclusione.

BOLOGNA – Molte conferme e qualche esclusione eccellente, che potrebbe però rientrare grazie al domino delle nomine in Giunta. A risultati consolidati, si delinea il quadro degli eletti del centrosinistra all’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna. Il Pd, con 22-23 seggi conquistati, è la forza di maggior peso in aula. A Bologna passano in cinque: il vicepresidente uscente Raffaele Donini (13.786 voti) e la vicesindaco Marilena Pillati (10.231 preferenze), a cui si aggiungono i riconfermati Francesca Marchetti (Imola), Stefano Caliandro (capogruppo uscente) e Antonio Mumolo.

Rimangono fuori, a un passo dalle elezioni e in attesa, chissà, di qualche scorrimento in graduatoria, Giuseppe Paruolo ed Elena Gaggioli. A Modena viene rieletta Palma Costi (6.536 voti), nella legislatura scorsa assessore alle Attività produttive, seguita dall’uscente Luca Sabattini e dall’ex presidente del Consiglio comunale di Modena, Francesca Maletti. Non riconfermato al momento Giuseppe Boschini, primo dei non eletti.

A Reggio Emilia vengono eletti Alessio Mammi (14.688 voti) e il segretario del Pd provinciale Andrea Costa, insieme alla vicepresidente uscente dell’Assemblea legislativa, Ottavia Soncini. Prima dei non eletti invece Roberta Mori, presidente della commissione Parità in Regione e relatrice della legge contro l’omotransfobia.

Due riconferme invece per i dem a Parma: tornano in aula Barbara Lori e Massimo Iotti. A Ferrara rieletta Marcella Zappaterra, insieme a lei entra in Consiglio Marco Fabbri.

Conferme anche a Ravenna per i dem Manuela Rontini (7.198 voti) e per l’assessore uscente al Turismo Andrea Corsini (6.271 preferenze). Non riconfermato al momento Gianni Bessi, primo dei non eletti nella circoscrizione. Stesso andamento a Rimini: rieletti l’assessore uscente Emma Petitti (7.892 voti)e la consigliera Nadia Rossi, non riconfermato invece Giorgio Pruccoli.

A Forlì-Cesena per il Pd passano Lia Montalti (rieletta con 8.491 preferenze) e il presidente della Provincia, Massimo Bulbi. A un passo dalla rielezione rimane l’uscente Paolo Zoffoli. A Piacenza infine viene rieletta Katia Tarasconi, primo dei non eletti l’uscente Gian Luigi Molinari.

Per quanto riguarda la lista civica di Stefano Bonaccini, fa il pieno di preferenze Mauro Felicori (5.370 voti), ex direttore della Reggia di Caserta e già dirigente del settore Cultura al Comune di Bologna. Il secondo seggio scatta a Modena e in questo caso passa Giulia Pigoni. Per il terzo eletto, invece, la partita si gioca tra le circoscrizioni di Reggio Emilia e Forlì-Cesena. Quindi in ballo ci sono la giornalista Stefania Bondavalli (2.903 voti) e il medico Claudio Vicini (4.419).

Due invece gli eletti per la lista Emilia-Romagna Coraggiosa. Campionessa di preferenze è l’ex eurodeputata Elly Schlein, che a Bologna passa con 15.975 voti, seguita dall’uscente Igor Taruffi che si gioca la rielezione con il reggiano Federico Amico. Il secondo seggio infatti è in palio tra le due circoscrizioni, in base al meccanismo legato al premio di maggioranza (Schlein è prima per preferenze sia a Bologna sia a Reggio Emilia). Infine, per Europa Verde dovrebbe essere eletta la coordinatrice regionale Silvia Zamboni a Bologna.

Agenzia DIRE  www.dire.it

 

Visite: 93

Potrebbero interessarti anche...