DL SEMPLIFICAZIONI. M5S: IL DIGITALE DIVENTA NORMALITÀ PER LA PA.

(DIRE) Roma, 3 set. – “Quella digitale diventa la modalita’ normale con cui gli uffici pubblici interloquiscono con i cittadini. Il decreto legge Semplificazioni, che stiamo esaminando in aula al Senato dopo un grande e meticoloso lavoro in commissione, supera l’impostazione secondo cui le amministrazioni devono ‘incentivare’ l’utilizzo del digitale. Con la nuova norma l’amministrazione deve utilizzare strumenti informatici e telematici nei rapporti interni, tra le diverse amministrazioni e tra queste e i privati. Naturalmente si tratta di una trasformazione enorme e richiede un grande lavoro preliminare e di contorno. Per questo nel decreto prevediamo altre novita’: le pubbliche amministrazioni possono assumere esperti per la trasformazione digitale; introduciamo l’obbligo per le PA di consentire l’accesso da remoto ai dipendenti, perche’ smart working e telelavoro sono una risorsa dalle potenzialita’ enormi se sviluppata con serieta’ e rigore; tutte le PA devono avere un sistema digitale omogeneo in tutta Italia. Con il decreto Semplificazioni facciamo un grande salto in avanti e portiamo il nostro paese e gli uffici pubblici in un futuro piu’ efficiente e produttivo”. Lo affermano in una nota le senatrici e i senatori del MoVimento 5 Stelle nella commissione Affari Costituzionali di Palazzo Madama.

Agenzia DiRE  www.dire.it

Visite: 101