DL RILANCIO. MORASSUT: E’ TEMPO DI GREEN NEW DEAL, NON CONDONI.

(DIRE) Roma, 30 giu. – “Nella discussione sulla prima bozza del decreto rilancio avevo gia’ sollevato il problema della norma sul ‘condono’ surrettizio. La norma fu per fortuna accantonata ma adesso si ripresenta nel decreto semplificazioni. È una norma molto insidiosa. Chi l’ha scritta non puo’ non rendersi conto che essa e’ molto piu’ grave di un condono. È una norma ‘ammazza suolo’. In totale contrasto con l’obbiettivo dichiarato di questo governo di limitare il consumo di suolo e perseguire l’obiettivo del saldo zero entro il 2050″. Lo scrive in una nota il Sottosegretario all’Ambiente, Roberto Morassut. “Con quella norma- continua Morassut- sara’ possibile ampliare (di fatto senza limite) i piani attuativi fino a ricomprendere immobili abusivi facendoli rientrare nei piani urbanistici. E questo si tradurra’ non solo in un condono edilizio di fatto ma nella trasformazione di nuovo suolo agricolo o inedificato in suolo potenzialmente edificabile. Vorrei segnalare l’inopportunita’ e la grave contraddittorieta’ di una misura simile, assai insidiosa. Credo debba essere stralciata. Cosi’ come lo era stata nel decreto rilancio. Del resto di semplificazione non ha nulla. È tempo di Green New Deal- conclude- non di condoni. Nel collegato ambientale ci saranno misure concrete per fermare il consumo del suolo”. 

Agenzia DiRE  www.dire.it

Visite: 55

Potrebbero interessarti anche...