DL DIGNITÀ. DE MENECH: FAR PERDERE QUALCOSA A TUTTI.

(DIRE) Roma, 3 ago. – “Contratti di lavoro piu’ incerti, costosi e penalizzanti per imprese e lavoratori. Il ddl Di Maio cosi’ come e’ congegnato irrigidisce i rapporti tra lavoratori e aziende con un meccanismo peerverso in cui tutti i soggetti perdono qualcosa e nessuno ci guadagna”. Lo dichiara Roger De Menech, deputato del Partito democratico, a proposito del Decreto Dignita’. “Sono giorni intensi- continua- in Veneto cresce la consapevolezza che la misura proposta dal governo e’ profondamente sbagliata, dannosa per chi offre lavoro e pericolosa per chi sperava di stabilizzare il contratto a tempo determinato. Se la maggioranza non accetta di cambiare il decreto, almeno il 22% di contratti a tempo determinato non sara’ rinnovato. In un momento come questo, con una frenata dell’economia, servono misure per consolidare la crescita, invece si aumentano le rigidita’ e si moltiplicano le incertezze. L’unico risultato e’ la riduzione delle opportunita’ di lavoro e della competitivita’ del sistema imprenditoriale”. “Senza contare che un provvedimento di stampo ideologico porta a dirottare eventuali investimenti verso paesi limitrofi, come la Slovenia o l’Austria, che offrono un contesto economico, sociale e creditizio maggiormente attrattivo”, conclude.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Potrebbero interessarti anche...