DL CRESCITA. MURONI(LEU): MAGGIORANZA BOCCIA MIO ODG SU ACQUA PUBBLICA.

PIETRA TOMBALE SUL REFERENDUM DEL 2011 (DIRE) Roma, 22 giu. – “La maggioranza giallobruna va avanti come un treno sulla trasformazione in Spa dell’Eipli – l’Ente per lo sviluppo dell’irrigazione e la trasformazione fondiaria in Puglia, Lucania e Irpinia. Misura che pone le premesse per la privatizzazione dei servizi idrici del Mezzogiorno. E questo nonostante l’allarme lanciato dal Forum italiano dei movimenti per l’acqua e dalla Rete a difesa delle fonti d’acqua e nonostante la richiesta avanzata da me e dai colleghi Fassina, Pastorino e dalla senatrice De Petris di stralciare l’articolo incriminato dal provvedimento e di procedere con l’esame della legge per l’acqua pubblica in Commissione Ambiente”. Cosi’ la deputata LeU Rossella Muroni sul dl Crescita. “Ora- aggiunge- hanno bocciato anche un ordine del giorno a mia prima firma al decreto Crescita, sottoscritto anche dall’on. Fassina, che chiedeva al governo l’impegno a sopprimere con un successivo provvedimento le misure dell’art. 24 che minacciano la gestione pubblica dell’acqua e a prevedere un’azienda pubblica per la gestione delle attivita’ attualmente in capo all’Eipli. Mettendo una pietra tombale sulla volonta’ degli italiani che- conclude Muroni- con il referendum del 2011 si sono espressi per la gestione pubblica dell’acqua”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:32
Print Friendly, PDF & Email